Troppi infortuni

In Italia ci sono molti lavoratori che hanno mansioni usuranti e rischiano di ferirsi o addirittura di morire. Per assistere gli infortuni dei lavoratori è nata l’INAIL (Istituto Nazionale Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro), che  oltre a garantire la copertura dai rischi, promuove iniziative per la diminuzione degli infortuni. L’associazione copre anche i casi di malattie prese durante l’orario di  lavoro. Per ridurre gli infortuni L’INAIL fornisce  consulenza, orientamento e formazione per la  prevenzione degli infortuni. La legge impone alle imprese di adottare tutte le misure di sicurezza possibili, troppe volte disattese perché costose. Uno dei casi in cui le misure di sicurezza sono state ignorate riguardano la Thyssenkrupp  un’azienda tedesca che lavora nel settore siderurgico e il tragico rogo avvenuto il 6 dicembre 2007 in cui morirono bruciati vivi 7 operai. Ancora, la strage causata dall’amianto, la sostanza inalata dai lavoratori della Fibronit a Bari. L’INAIL ha riportato i seguenti dati: nel 2013 ci sono stati 695mila infortuni e51.900 malattie prese sul lavoro e lo Stato spende il 3% del PIL nazionale, ma è ancora troppo poco perché  nel 2015, da gennaio a marzo gli infortuni  sono stati 152.573. C’è un modo per portare questo numero a 0 nel 2017?

 

Alessandro Lopez Scuola Secondaria di 1^ grado “Michelangelo” Bari classe 2^ C

24 voti totali
0 Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Edisud S.p.A., Piazza Moro 37, 70122 Bari, Cap. Soc. € 5.000.000,00 I.V. REA Bari n.192794 Iscr. Trib. Bari Reg. Soc. N. 12372 El. 1/81 P.I.e c.f. 02492480724
or

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

or

Create Account