Stato: tra legalità e illegalità

Legalità, una parola che non sempre è interpretata da tutti allo stesso modo, un concetto vago che fa riflettere molte persone e che induce ad una accurata analisi del suo significato. Lo Stato, la scuola e le istituzioni al giorno d’oggi educano i giovani al senso civico e ad una maggiore attenzione verso il rispetto delle leggi; nonostante ciò, il fenomeno dell’illegalità non può essere considerato in diminuzione e, molto spesso, la mafia si radica là dove ci sono situazioni più svantaggiate. “L’illegalità è un peso per la nostra libertà, per la nostra economia e per il futuro dei nostri figli” afferma il Presidente della Repubblica Mattarella, che vede nelle nuove generazioni uno spiraglio per poter migliorare la condizione in cui grava lo Stato, attraverso una maggiore partecipazione dei giovani alla vita politica. Un paese forte è costituito da persone che sono in grado di riconoscere l’illegalità, di contrastarla e di proporre e votare leggi che aiutino nella crescita dello Stato; queste ultime, se sono contro il principio di libertà, devono essere combattute. La legge è, dunque, presupposto della politica che è, a sua volta, l’unica possibilità di pace tra cittadini, poiché altrimenti dovremmo dare ragione ad Hegel, il quale sosteneva che la guerra è l’unico mezzo per far prevalere uno Stato rispetto ad un altro. Corruzione e criminalità vanno, pertanto, rimosse per avere un futuro migliore e perché un giorno si possa vivere in un mondo dove la parola legalità si pregi del suo autentico significato.

 

Valerio Serra  5D

Liceo scientifico E. Fermi – Bari

22 voti totali
0 Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Edisud S.p.A., Piazza Moro 37, 70122 Bari, Cap. Soc. € 5.000.000,00 I.V. REA Bari n.192794 Iscr. Trib. Bari Reg. Soc. N. 12372 El. 1/81 P.I.e c.f. 02492480724
or

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

or

Create Account