Noi , ragazzi della Bovio, in visita di istruzione al Quirinale

 

I giorni 17 e 18 gennaio noi della classe 2ªI, insieme alle classi 2ªE e 3ªE, ci siamo recati a Roma per visitare i Musei Vaticani, la Cappella Sistina, la Basilica di San Pietro e in particolare “ Il Quirinale”, la Casa degli italiani, sede della Presidenza della Repubblica.

Con grande entusiasmo e molteplici attese, siamo partiti alla volta di Roma, accompagnati dalle proff.sse Tilli, Mascitti e Longobardi e dal Dirigente prof. Palmisano, che ha permesso di attuare questa emozionante visita guidata, legata al Progetto di Cittadinanza e Costituzione, iniziato quest’anno.

Prima tappa: i Musei Vaticani.

La nostra guida, Laura, ci ha fatti entrare in un cortile dove si vedeva la cupola della Basilica di San Pietro e ci ha fatto vedere esternamente le sale dei Musei che avremmo dovuto visitare.

In seguito, ha fatto un breve riassunto sulla storia della Cappella Sistina e dei suoi affreschi spiegandoci che anticamente era un granaio e successivamente divenne uno dei progetti più ambiziosi dei papi a partire da Martino V fino ad arrivare a Sisto IV della Rovere che chiamò i più grandi artisti tra cui Sandro Botticelli, Pietro Perugino, Pinturicchio, Domenico Ghirlandaio e molti altri a cui fece affrescare le pareti laterali che rappresentano l’Antico Testamento (a sinistra) e il Nuovo Testamento (a destra).

Inoltre, dopo Sisto IV fu eletto suo nipote papa Giulio II della Rovere che, fece restaurare la Cappella Sistina chiamando Michelangelo Buonarroti a cui diede il compito di decorare la volta. Il grandioso artista, realizzò affreschi che rappresentano la Genesi e che soddisfarono il papa, il quale dopo 25 anni lo richiamò per affrescare la parete di fondo della Cappella Sistina. Qui Michelangelo realizzò il Giudizio Universale che, al contrario di ciò che aveva fatto in precedenza, provocò un scandalo al papa perché aveva realizzato persone nude. Giulio II, così, chiamò Daniele da Volterra a cui diede il compito di dipingere le braghe sulle parti intime delle persone.

Successivamente la guida ci ha portato nel Cortile della Pigna dove è presente una grande Pigna che anticamente decorava un tempio della dea Iside, la Sfera con sfera realizzata da Arnaldo Pomodoro e alcune statue che avevano dei particolari egiziani.

In seguito, Laura ci ha fatto entrare nella Galleria Chiaramonti la più antica dei Musei, fondata da papa Pio VI, dove sono presenti le statue di alcuni imperatori come Traiano e Adriano. Usciti dalla Galleria Chiaramonti siamo andati nel Cortile Ottagono dove ci sono statue realizzate da grandi artisti come l’Apollo del Belvedere a cui si ispirò Michelangelo per realizzare Gesù nel Giudizio Universale e il Laocoonte che è la statua più importante realizzata da Agesandro, Athenodoros e Polydorus.

In seguito abbiamo visto diverse sale tra cui la Sala degli Animali dove sono presenti statue che rappresentano alcune specie di animali, la Sala delle Muse dove ci sono statue rappresentanti le sette Muse protettrici dell’arte e della cultura, la Sala Rotonda dove al centro si trova una grande vasca di porfido larga 9 metri con la statua di Ulisse in sua corrispondenza e la Sala a Croce Greca dove dominano due sarcofagi in porfido ovvero quello di Sant’Elena madre di Costantino e quello di Costanza figlia dell’imperatore. Infine Laura ci ha mostrato le tre gallerie dei Musei Vaticani ovvero la Galleria dei Candelabri che prende il nome dai monumenti candelabri marmorei in essa presenti tra cui Artemide Diana che simboleggia la fertilità, la Galleria degli Arazzi, delle specie di tappeti realizzate su un telaio a mano e destinate a rivestire le pareti, in cui il più grande e importante è quello che rappresenta La Resurrezione di Gesù largo 9 metri e la Galleria delle Carte Geografiche dove si trovano delle carte geografiche che rappresentano tutte le regioni partendo da sud, disegnate da Ignazio Danti. Successivamente abbiamo visitato le quattro Stanze di Raffaello ovvero la Stanza dell’Incendio del Borgo, la Stanza della Segnatura dove è presente la Scuola di Atene, la Stanza di Eliodoro dove venivano gli ospiti del papa e la Stanza di Costantino, oggi in restauro.

Infine, dopo la visita all’appartamento Borgia, siamo entrati… nella Cappella Sistina dove in silenzio, emozionati ed estasiati da tanta bellezza, abbiamo ammirato i meravigliosi affreschi dei grandi artisti. Accompagnati dalle professoresse, in seguito, siamo entrati nella Basilica di San Pietro dove abbiamo ammirato la Pietà di Michelangelo, il baldacchino del Bernini e l’enorme cupola progettata da Michelangelo e terminata da Giacomo della Porta.

Il giorno 18 gennaio, invece, abbiamo visitato alcuni luoghi della città, come Trinità dei Monti, piazza di Spagna, l’Altare della Patria o Vittoriano dedicato a Vittorio Emanuele II dove si trova il Milite Ignoto che rappresenta tutti coloro che sono morti in un conflitto e che non sono mai stati identificati e la Fontana di Trevi del grande architetto Gian Lorenzo Bernini, dove alcuni di noi hanno gettato una “moneta” per assicurarsi il ritorno nella capitale.

Successivamente, pieni di attese ed interesse, siamo andati al Quirinale ed abbiamo incontrato la guida che ci ha fatto subito vedere una grande lapide che si trova nel suo atrio, dove ci sono i nomi dei trenta papi, dei quattro re della dinastia dei Savoia e dei nove Presidenti della Repubblica che hanno abitato nella grande sede.

Che emozione entrare nel palazzo, nella reggia che ha visto passare tanti personaggi importanti che noi, ragazzi, abbiamo conosciuto solo nei libri di storia!

Abbiamo visitato la prima e più grande sala del Quirinale ovvero il Salone dei Corazzieri dove si svolgono varie cerimonie presiedute dal Capo dello Stato.

Purtroppo la guida non è riuscita a spiegarci molto, a causa delle tre scosse di terremoto che si sono succedute e che ci hanno obbligato ad uscire dal Palazzo.

Ciò che è accaduto ci ha provocato molto dispiacere, ma allo stesso tempo noi alunni, guidati dalle nostre docenti e dal Dirigente, siamo andati a visitare il Pantheon.

Entrati in questo imponente edificio abbiamo ammirato la grande cupola e le tombe del pittore Raffaello Sanzio, dei re Emanuele II di Savoia e Umberto I di Savoia e della regina Margherita di Savoia.

Altrettante emozioni ha fatto scaturire la visione di questo luogo, unico al mondo, che sfida il tempo.

Il nostro viaggio si è concluso con un bel pranzo in un ristorante nei pressi del Quirinale e con la partenza per Foggia alle ore 17:30!

É stata un’ esperienza “bellissima”, anche se non siamo riusciti a visitare tutto il Quirinale e “indimenticabile” perché ci siamo divertiti molto ed abbiamo appreso molto!

Miriana Cavaliere

2 I

2 voti totali
0 Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Edisud S.p.A., Piazza Moro 37, 70122 Bari, Cap. Soc. € 5.000.000,00 I.V. REA Bari n.192794 Iscr. Trib. Bari Reg. Soc. N. 12372 El. 1/81 P.I.e c.f. 02492480724
or

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

or

Create Account