IL BULLISMO E IL CYBERBULLISMO: storie che si ripetono

Il bullismo, come ormai si sa, è molto diffuso intorno a noi: a volte è evidente, serpeggia nell’aria; a volte, invece, è così celato che non ci accorgiamo di tante sofferenze che ci circondano, presi dai nostri pensieri e dalla nostra vita. In classe si possono avere degli episodi di bullismo. Magari sono piccole cose, episodi che però per un bambino costituiscono ferite all’anima, mentre chi le commette forse non ne è per niente consapevole. Per chi le riceve, però, sono dei colpi al cuore, al fisico, alla mente, ai modi di fare quotidiani che non riuscirai più a svolgere come una volta, per la rabbia mista a tristezza; non riderai più come lo facevi prima. Tutto per colpa di queste persone che non sanno vivere la propria vita, affrontare i loro problemi, le proprie debolezze, e quindi diventa più facile e ovvio andare contro i più deboli, per il proprio gusto di rivalsa contro qualcuno che sta meglio, molto meglio di loro, tranquillo, per i fatti suoi, che non ha pensieri sulle spalle, che non riesce a concepire la cattiveria sugli altri, specialmente gli indifesi e gli innocenti.

Spopola, inoltre, il Cyber Bullismo, cioè quel bullismo che ti fanno su Internet, magari su Facebook, nei commenti di Youtube e di qualsiasi Social network esistente. Un esempio di Cyber Bullismo potrebbe essere sentirsi presi in giro da alcuni utenti sul web dalla identità nascosta (per le propria età, per il personaggio da noi idolatrato, per le proprie idee…). Questi sconosciuti, sono tali perché non hanno il coraggio di dire le stesse parole in faccia e quindi si nascondono dietro uno schermo con una falsa identità. Le vittime del Cyber Bullismo molte volte sono i bambini che sono sul web, perché sono più deboli, molto spesso non vengono controllati dagli adulti e si riescono a prendere in giro in modo più facile, perché non riescono a difendersi, raccontano cose private più spontaneamente, non hanno la capacità di capire chi hanno davanti sul web e si fidano, senza avere la minima idea di chi sia veramente l’interlocutore. Il Cyber Bullo fa di tutto per sembrare come te, prendere la tua fiducia solo per farti del male in modo consapevole. E’ importante parlare tanto con i genitori e gli educatori e non rimanere indifferenti o peggio ancora pensare di potercela fare da soli: chiedere aiuto ci permette di affrontare le difficoltà e di essere di esempio per gli altri.

Nicolò Libero Caramia

Classe 5A Secondo Istituto Comprensivo di Ceglie Messapica (Br)

Plesso Scuola primaria ‘G. Bosco’

29 voti totali
0 Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Edisud S.p.A., Piazza Moro 37, 70122 Bari, Cap. Soc. € 5.000.000,00 I.V. REA Bari n.192794 Iscr. Trib. Bari Reg. Soc. N. 12372 El. 1/81 P.I.e c.f. 02492480724
or

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

or

Create Account