La Radio: echi dal passato
7 la radio

Si, dai, accendimi, premi quell’enorme bottone e gira la manopola. Sono una modesta radio degli anni ’30, diventata in poco tempo un medium di massa, dapprima affidata all’ azione di privati, poi nel tempo ho conquistato un pubblico sempre più vasto. Già in tempo di guerra tenevo informata la gente di tutto quello che succedeva; è vero non erano belle notizie ma riuscivo a tenere in casa molte persone perchè attendevano notizie dei loro cari che combattevano per la patria. Poi, piano piano, ho conquistato un pubblico sempre più vasto, perchè ho cominciato a trasmettere cose più piacevoli, come la musica, il festival di Sanremo, le cronache calcistiche, argomenti di carattere politico, religioso, offrendo al pubblico una comunicazione, sì a distanza, ma in tempo reale. Inoltre venivo preferita al giornale, perchè le notizie riportate su di esso richiedevano un destinatario alfabeta mentre, date da me, potevano essere ascoltate da tutti, in quanto tutti hanno il diritto di essere informati su quanto capita nel mondo. Il mio linguaggio inoltre era chiaro, semplice, completo, ritmato e a seconda degli eventi assumeva un tono diverso, tenendo compagnia a singoli ascoltatori o a pochi intimi seduti in poltrona, silenziosamente. Attraverso la mia voce, l’ ascoltatore aveva una sensazione di immediatezza, partecipazione e coinvolgimento agli eventi del mondo. Sfortunatamente a partire dagli anni ’50, con l’avvento della televisione ho perso un po’ del mio prestigio, anche se penso che sono stata, resto e resterò per sempre un mezzo di comunicazione e di compagnia per grandi e piccini. A Ceglie sono giunta negli anni ’30 ma ho dovuto attendere un po’ affinchè potessi avere una casa; la prima casa che mi ha accolto ospitava tanta gente che veniva solo per ascoltarmi, dicevano –  Sentiamo il comunicato!!! – oppure – Come canta bene Nilla Pizzi !- ed io ero al centro del loro interesse. Ora mi troverete in qualche casa a fare bella mostra di un periodo che non c’è più o nei mercatini dell’antiquariato, ma se volete potete sempre schiacciare quel grosso bottone e vi regalerò qualche frequenza perche la radio è libera.

Mariantonietta Pepe,

Classe 2A Secondo Istituto Comprensivo di Ceglie Messapica (Br)

Plesso S.M.S. ‘L. da Vinci’.

23 voti totali
0 Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Edisud S.p.A., Piazza Moro 37, 70122 Bari, Cap. Soc. € 5.000.000,00 I.V. REA Bari n.192794 Iscr. Trib. Bari Reg. Soc. N. 12372 El. 1/81 P.I.e c.f. 02492480724
or

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

or

Create Account