STUDENTI: ASINI O GENI?

Maturità: è polemica

Una lotta tra rivoluzionari e reazionari, combattuta a colpi di parole e lettere. È quello che sta accadendo in quest’ultimo periodo in Italia: due fronti opposti si stanno confrontando sul sistema scolastico o, meglio, sulle competenze linguistiche degli studenti italiani. Da un lato, docenti universitari, accademici della Crusca, linguisti, storici e filosofi affermano che “gli studenti scrivono male in italiano” e quindi servono interventi urgenti da parte della scuola. Dall’altro, tra i sostenitori della “buona scuola” c’è chi afferma, al contrario, che gli studenti italiani siano tra i più bravi al mondo e che il sistema scolastico non mostri alcuna pecca. Ma gli studenti cosa ne pensano? Si è diffusa un’idea comune secondo la quale l’ennesimo cambiamento nello svolgimento dell’esame di Stato, che garantisce l’accesso a chi ha conseguito almeno la media del sei, non sia del tutto positiva. Di certo c’è chi sarà contento di poter “passare l’anno” con la sola sufficienza ma, in questa maniera, sarà più facile essere promossi anche per chi, ad esempio, non eccelle nello studio della lingua italiana ma ha riportato un discreto profitto in altre materie. Di conseguenza ci saranno ripercussioni ancora più gravi rispetto a quelle attuali sulla conoscenza della lingua e sul suo corretto utilizzo. In questo modo, che colpa avranno gli studenti se non saranno in grado di scrivere correttamente una tesi o di esporre, senza errori, i risultati dei loro studi?

5^ Aes

34 voti totali
0 Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Edisud S.p.A., Piazza Moro 37, 70122 Bari, Cap. Soc. € 5.000.000,00 I.V. REA Bari n.192794 Iscr. Trib. Bari Reg. Soc. N. 12372 El. 1/81 P.I.e c.f. 02492480724
or

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

or

Create Account