Orazio decantava nelle sue opere la “Zuppa di ceci e lagane”

Il rapporto città – campagna è consolidato  dai prodotti che giungono sulle nostre tavole. L’originalità della nostra cucina sta nel trarre sapori dalle cose semplici, dall’arte di miscelare le spezie che vanno ad esaltare così anche i piatti più poveri. Oggi la popolazione non si nutre solo di alimenti del proprio territorio, ma anche di prodotti internazionali a causa della globalizzazione. La nostra dieta è considerata una delle migliori forme di nutrizione  perché completa e bilanciata. Nella nostra regione i principali prodotti coltivati sono il grano, la vite e l’olivo, ma sono presenti molti vegetali coltivati o spontanei e legumi. Verdure come cime di rapa, cicorie, zucca, fiori di zucca per noi sono alimenti importanti. Orazio, poeta latino, nato a Venosa racconta di voler tornare nel borgo natio per mangiare la “zuppa lucana” di ceci, da lui stesso definita “Zuppa di ceci e lagane”. Molti dei cibi tipici del passato si stanno dimenticando. Bisogna trasmetterli alle generazioni future e fare in modo che non si dimentichino.

Alice Esposito e Silvia Marsano

foto art 3

1 voti totali
0 Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Edisud S.p.A., Piazza Moro 37, 70122 Bari, Cap. Soc. € 5.000.000,00 I.V. REA Bari n.192794 Iscr. Trib. Bari Reg. Soc. N. 12372 El. 1/81 P.I.e c.f. 02492480724
or

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

or

Create Account