A sessant’anni dal Trattato di Roma

Era un lunedì qualunque, il 25 marzo 1957, insolitamente una giornata di pioggia a Roma. Nel Campidoglio si dovevano firmare i trattati per la creazione di un continente unito, serrato senza guerre. Vi era il ministro degli affari esteri Gaetano Martino e il primo ministro Antonio Segni. Verso le 18 arrivarono i rispettivi rappresentanti della Francia, dell’Olanda e del Lussemburgo. I cancellieri Adenouer e Spaak fecero omaggio ad Alcide de Gasperi che era stato un ideatore dei trattati. La firma venne ripresa dalla Rai. Per celebrarli alle 21:00 a palazzo Venezia ci fu un ricevimento di oltre mille invitati. Un secondo trattato fu quello dell’EURATOM per l’energia atomica da utilizzare a scopi pacifici. In Italia a Messina, il 1° e il 2 giugno 1955 il ministro degli esteri belga propose di firmare i trattati per formare un continente e definire Bruxelles sede permanente della Commissione europea. Infine a Venezia si trovarono dei ministri per firmare una prima bozza per i trattati. Questo percorso, non privo di difficoltà è stato fondamentale per la creazione dell’Europa unita. La festa dell’Europa si celebra il 9 maggio di ogni anno e ricorda la dichiarazione del presidente Schumann che segnò l’inizio del processo di integrazione europeo. Il 25 marzo di quest’anno si celebra il sessantesimo anniversario dei Trattati di Roma e per l’evento Roma diverrà una città blindata.

Iacopo Antonazzo classe 1 A Scuola media Ortelle

4 voti totali
0 Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Edisud S.p.A., Piazza Moro 37, 70122 Bari, Cap. Soc. € 5.000.000,00 I.V. REA Bari n.192794 Iscr. Trib. Bari Reg. Soc. N. 12372 El. 1/81 P.I.e c.f. 02492480724
or

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

or

Create Account