Lucania da gustare: fusilli con peperoni cruschi e mollica croccante.

Fusilli con peperoni cruschi e mollica di pane

Maccheroni_col_ferretto

Fusilli o ferretti

 

Fusilli, peperoni cruschi e mollica croccante sono un mix perfetto di sapori della Lucania. I peperoni  cruschi (parola che in dialetto significa ‘croccanti’) sono dei peperoni lasciati essiccare e poi fritti, fragranti e buoni da mangiare. Sono difficili da reperire e i più rinomati vengono prodotti nella zona di Senise, in provincia di Potenza. Questo piatto, per l’appunto,  prevede l’impiego di prodotti tipici come la pasta fresca fatta in casa, la mollica di pane e i peperoni cruschi. I fusilli lucani sono una pasta fresca preparata in casa  dalle massaie fin dall’antichità. Essi si ottengono grazie all’apposito ferretto, un bastoncino in ottone a sezione quadrata, attorno al quale viene arrotolato l’impasto fresco: si ottiene così una pasta dalla forma particolare, simile a quella dei bucatini, ma molto più irregolare. In alcune zone della Basilicata, i fusilli vengono chiamati ferretti, dallo strumento che si usa, appunto, per realizzarli. Vengono chiamati anche “maccheroni filati”. La ricetta della pasta è semplice: per preparare i fusilli per 4 persone occorrono 500g di farina di semola rimacinata, 200g di acqua tiepida, 1 uovo, un pizzico di sale e un ferretto. Per preparare i peperoni cruschi, invece, bisogna prima di tutto pulirli, privandoli dei semi, poi, in una padella, occorre friggerli nell’olio per 1-2 minuti, girandoli spesso finché non diventano croccanti e mettendoli infine da parte. Nell’olio rimasto viene messa a soffriggere, fino a che non diventa dorata, la mollica di pane sbriciolata. Intanto si sarà fatta cuocere la pasta fresca in abbondante acqua salata. A questo punto non resta che preparare il piatto: la pasta, una volta cotta e scolata, viene messa nell’olio con la mollica di pane e un paio di peperoni cruschi sbriciolati. Il tutto viene fatto cuocere a fuoco molto lento per un paio di minuti. Una volta spento il fuoco, si aggiungono infine i peperoni cruschi restanti e del formaggio grattugiato a piacimento. Il piatto va servito caldo. Buon appetito!

Riviezzi Maria Teresa, Silvia Salvati   2C

I.C. Pignola

13 voti totali
0 Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Edisud S.p.A., Piazza Moro 37, 70122 Bari, Cap. Soc. € 5.000.000,00 I.V. REA Bari n.192794 Iscr. Trib. Bari Reg. Soc. N. 12372 El. 1/81 P.I.e c.f. 02492480724
or

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

or

Create Account