INTERNET: IL MONDO IN UN CLIC Più collegati o più isolati? Uomini come pesci nella grande rete virtuale

Chi avrebbe mai pensato che uno strumento nato per trasferire in modo rapido informazioni militari avrebbe cambiato, in modo ancor più rapido, il mondo intero? Si tratta di Internet, la rete di comunicazione internazionale scoperta negli anni’90 che ha trasformato il modo di comunicare ancor più della radio, della televisione, del telegrafo.
Ma, non di rado, il progresso tecnologico va di pari passo al regresso psicologico: siamo sempre più in grado di comunicare con chi si trova dall’altra parte del pianeta e sempre meno con chi ci sta accanto. La maggior parte della gente è sempre con la testa china su uno schermo, intenta a smanettare su una tastiera. Quello che la tecnologia offre, mai immaginato prima, è l’esca e noi siamo i pesci. Oggi giorno è possibile vedere se la persona con cui stiamo parlando ha visualizzato il nostro messaggio, vederla comporre una risposta. I nostri nonni, invece, avevano come unica speranza una lettera o una cartolina e dovevano sperare che il postino le recapitasse il prima possibile, per potersi vedere recapitare una risposta.
Le enciclopedie sono state sostituite da clic e in molte scuole i libri cartacei rimpiazzati da e-book. Si possono fare acquisti online, prenotare biglietti aerei e camere di albergo limitando, così, ogni perdita di tempo. Sugli schermi di smartphone, pc, tablet, non possono mancare icone come Facebook e Twitter, Instagram, Youtube e Whatsapp. La moda odierna è quella di postare foto, far sapere a tutticosa si sta facendo, limitandosi a trasmettere le proprie emozioni tramite un’emoticon. I social network possono creare una realtà virtuale che può far perdere il contatto con il mondo reale. Tra i pericoli del web, molto rilevanti sono il cyberbullismo e l’hackeraggio. Frequenti sono i ricatti, tramite foto e video personali della vittima, che inducono nella maggior parte dei casi al suicidio. È difficile definire Internet come un qualcosa di esclusivamente positivo o negativo, si dovrebbe imparare a limitare e a convivere con i suoi contro, soprattutto perché ormai ai suoi pro nessuno è capace di rinunciare.

TOTARO Pierpalo
III E

34 voti totali
0 Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Edisud S.p.A., Piazza Moro 37, 70122 Bari, Cap. Soc. € 5.000.000,00 I.V. REA Bari n.192794 Iscr. Trib. Bari Reg. Soc. N. 12372 El. 1/81 P.I.e c.f. 02492480724
or

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

or

Create Account