LA LOCOMOTIVA – L’antenato del treno
locomotiva

Una delle prime locomotive

Nei primi anni dell’Ottocento in Inghilterra nasce, per esigenze di lavoro, un sostituto del cavallo. Nelle miniere di carbone inglesi viene inventato un mezzo per trainare i carrelli carichi di materiale. Questo mezzo sfrutta l’energia creata attraverso il fuoco che riscaldando l’acqua genera vapore che, a causa dell’alta pressione, spinge i pistoni della locomotiva. Il primo a studiare tale mezzo fu Richard Trevithick, che nel 1804  trasportò con la locomotiva a vapore merci e passeggeri. Successivamente George e Robert Stephenson crearono la prima linea ferroviaria da Liverpool a Manchester. Seguin nel 1830 perfezionò un modello di caldaia a vapore con tubi di scarico. In Italia il treno a vapore fu sperimentato per la prima volta a Napoli nel 1839, quando Re Ferdinando II fece costruire una linea ferrata da Napoli a Portici. Da allora in tutto il mondo si sono costruite tantissime linee ferroviarie che furono usate dalle locomotive a vapore. Basti pensare alla prima linea ferroviaria che attraversava gli Stati Uniti e quella costruita per attraversare la Siberia. La caratteristica comune di queste linee era che ognuna, oltre a vedere correre sui suoi binari le locomotive sbuffanti fumo e vapore, rappresentava l’arrivo della civiltà e del progresso in paesi e città che prima erano isolate dal mondo. Inoltre con i binari non iniziarono ad essere trasportate solo le merci, ma anche le persone e con loro le idee. Per i passeggeri, al contrario, vista la velocità della locomotiva, era possibile ammirare paesaggi, città, montagne e animali mai visti prima. Oggi la velocità dei treni è molto più alta, però forse si è un po’perso lo spirito di avventura che all’inizio caratterizzava molto di più ogni viaggio. Oggi, in Italia, la tecnologia ci ha spinti a progettare il Frecciarossa, treno ad alta velocità che da qualche tempo attraversa, fortunatamente, anche la Basilicata, ma sarebbe bello poter viaggiare almeno una volta su una locomotiva a vapore.

Rocco Pio primavera, 2 C

I.C. Pignola

11 voti totali
0 Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Edisud S.p.A., Piazza Moro 37, 70122 Bari, Cap. Soc. € 5.000.000,00 I.V. REA Bari n.192794 Iscr. Trib. Bari Reg. Soc. N. 12372 El. 1/81 P.I.e c.f. 02492480724
or

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

or

Create Account