AGRICOLTURA ED EDUCAZIONE ALIMENTARE

La classe 2^C del plesso Battaglini dell’istituto comprensivo Chiarelli ha approfondito, quest’anno, il tema dell’agricoltura e dell’educazione alimentare al fine di:

– educare i giovani ad una corretta e sana alimentazione;

– rivalutare i prodotti della natura, incentivando l’attività agricola;

– promuovere il consumo responsabile delle risorse del territorio.

Dopo la visione di alcuni filmati e la spiegazione dell’insegnante, siamo stati invitati a confrontarci sull’argomento affrontato e a stendere una relazione su quanto visto e ascoltato.
É emerso che è indispensabile mangiare in maniera sana ed equilibrata, stando attenti alla quantità, qualità e varietà.
Il fabbisogno nutrizionale deve essere adeguato allo stile di vita della persona, infatti il consumo calorico giornaliero è diverso per età, sesso, e attività fisica.
Mangiare troppo e male affatica le ghiandole della digestione (fegato e pancreas) e può condurre al diabete e a patologie epatiche.
Un’alimentazione abbondante e prolungata nel tempo porta al sovrappeso e all’obesità, vere e proprie patologie che possono creare malattie cardiache, patologie tipiche dei paesi industrializzati. L’aumento del numero di infarti nel mondo occidentale è dovuto principalmente alla scorretta alimentazione.
Nei paesi in via di sviluppo, invece, si soffre la fame, così la scarsa alimentazione porta alla denutrizione, all’indebolimento della persona e infine alla morte.
Sul pianeta Terra ci sono ancora campi di grandi dimensioni poco sfruttati e poco produttivi.
Bisogna favorire lo sviluppo delle zone rurali, incoraggiare l’attività agricola con incentivi statali, promuovere e diffondere la creazione degli orti urbani, insegnare ai piccoli agricoltori tecniche che aiutino ad aumentare la produzione agricola.
É indispensabile valorizzare l’agricoltura biologica, un modello di sviluppo sostenibile basato sul rispetto dell’ambiente, dell’animale e dei consumatori, che utilizza un metodo di coltivazione con sostanze naturali e che esclude l’uso di sostanze chimiche come concimi, diserbanti e insetticidi.
Bisogna scoraggiare, invece, l’agricoltura intensiva che, utilizzando pesticidi e conservanti, fa registrare alti valori di impatto ambientale.
Incrementiamo il consumo di frutta e verdura di stagione non solo per il notevole apporto di vitamine, ma anche perché sono più sicure dal punto di vista alimentare poiché sono meno trattate, dato che non serve conservarle.
Valorizziamo i prodotti a chilometri zero perché non vengono raccolti molto prima della maturazione per affrontare viaggi, perfino, intercontinentali. Ridurremmo, così, l’emissione di CO2 dovuto al consumo di carburante nel trasporto e eviteremmo sprechi di cartoni e pellicole indispensabili per lo spostamento.
Ritorniamo alla natura perché la riscoperta della centralità dei prodotti della terra, supportata da moderni strumenti tecnologici e dalle conoscenze oggi disponibili, permetterà a tutti una migliore qualità della vita.
Salvaguardiamo le nostre tradizioni, rivalutiamo le eccellenze gastronomiche del nostro territorio, ricerchiamo il marchio che identifica i prodotti di qualità, per fa sì che la Puglia diventi un territorio da vivere e visitare, dove poter gustare piatti tipici come, orecchiette e cime di rapa, fave e cicoria, bombette, salsiccia, il capocollo di Martina Franca, la mozzarella murgese, l’olio extra vergine di oliva e per finire i nostri vini D.O.C., tutti prodotti alimentari di alta qualità, dal sapore unico e inconfondibile, che conservano la gustosità e la genuinità e che sono in grado di raccontare storia, cultura, usi e costumi del nostro territorio.

Classe 2^C
Scuola secondaria di primo grado “G. Battaglini”
I.C. “A.R. Chiarelli”

BIO

FINANZIAMENTI

FRUTTA E VERDURA DI STAGIONE

Giovani in agricoltura

images

mercato_km_0_piedimonte_etneo

2 voti totali
0 Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Edisud S.p.A., Piazza Moro 37, 70122 Bari, Cap. Soc. € 5.000.000,00 I.V. REA Bari n.192794 Iscr. Trib. Bari Reg. Soc. N. 12372 El. 1/81 P.I.e c.f. 02492480724
or

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

or

Create Account