SICUREZZA STRADALE…E NON SOLO

Sempre più allarmanti sono i dati riportati dal Ministero sulla mortalità giovanile a causa degli incidenti stradali, tanto da parlare di una vera e propria “emergenza sociale”. Sfida al pericolo, incoscienza, immaturità, ricerca di emozioni forti, guida distratta e pericolosa, assunzione di alcol e sostanze stupefacenti sono i responsabili di incidenti seriali che mettono in pericolo l’ incolumità dei ragazzi e di chi si trova sul loro cammino. È necessario un cambiamento culturale che porti i giovani a riflettere sulla responsabilità verso sé stessi e, soprattutto, verso gli altri, spronandoli a valutare le conseguenze delle proprie azioni per modificare e prevenire atteggiamenti rischiosi. In questa attività di prevenzione ognuno deve fare la sua parte in relazione al suo ambito di intervento. La famiglia deve mostrarsi più aperta al dialogo con i propri figli e fornire esempi concreti. La scuola, poi, deve educare e far conoscere i rischi partendo dall’educazione dei bambini sin da piccoli. L’educazione stradale diventa, quindi, educazione civica poiché solo comprendendo che la strada, in quanto “pubblica” ha le sue leggi e impone prudenza e rispetto nei confronti di sé stessi, degli altri e dell’ambiente, si può sperare in una riduzione degli incidenti e in una mobilità più sostenibile. L’educazione stradale deve partire dalla conoscenza dei segnali stradali per poi passare alla interiorizzazione delle regole che la collettività si è data per usufruire di un bene comune (Codice della strada), per poi passare al concetto di “mobilità sostenibile” dato che gli effetti negativi del traffico si stanno pesantemente facendo sentire (inquinamento, viabilità difficoltosa, alto numero di incidenti, gravi ostacoli alle categorie più deboli come disabili e anziani) per cui è giunto il momento di adottare forme di mobilità alternativa. Capire questo concetto, può fare di ogni utente della strada un vero “cittadino” nel senso più nobile e alto del termine.
Federico Pace 1^I

399 voti totali
0 Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Edisud S.p.A., Piazza Moro 37, 70122 Bari, Cap. Soc. € 5.000.000,00 I.V. REA Bari n.192794 Iscr. Trib. Bari Reg. Soc. N. 12372 El. 1/81 P.I.e c.f. 02492480724
or

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

or

Create Account