un bagaglio speciale

La parola viaggiare affascina un po’ tutti, perché conoscere nuovi luoghi permette di arricchire il bagaglio culturale di ognuno. Sicuramente tutto ciò lo consentono i mezzi di trasporto che abbiamo a disposizione; il treno è uno di essi. Il viaggio in treno ci permette di guardare ciò che scorre davanti ai nostri occhi, di vivere al suo interno osservando i passeggeri che salgono e scendono. Io grazie a miei genitori ho iniziato a viaggiare fin da piccola, provando i diversi mezzi di trasporto. Fra i diversi viaggi fatti in treno, ne ricordo uno breve con le FAL da Bari a Matera per andare a visitare i famosi Sassi di Matera; accompagnata da i miei genitori e alcuni amici. Loro mi proposero di raggiungere la località in treno, e io non ci pensai due volte. Era una domenica mattina piuttosto calda, zaino in spalla e macchina fotografica al collo. Ero entusiasta, e felice per dare inizio a questa piccola o grande avventura, che avrebbe messo in moto i miei pensieri più nascosti. Salita sul treno mi posizionai vicino al finestrino, guardando con attenzione ciò che il mio sguardo stava catturando; il paesaggio campestre mi rincorreva con le sue bellezze e le nuvole sembravano farmi l’occhiolino. Facendo tappa nelle diverse stazioni osservavo con curiosità le persone pronte a scendere attese da qualche amico o parente. Il treno proseguiva il suo percorso, ed a un tratto frenò improvvisamente; qualcuno aveva spinto per sbaglio il freno d’emergenza. Continuando il mio viaggio, pensavo alle tante storie che si intrecciano in questo tubo di lamiere, che spesso è stato un triste spettatore; come la dolorosa tragedia degli Ebrei passeggeri sfortunati. I miei occhi improvvisamente vennero colpiti dai vagoni tappezzati da scritte e colori vivaci, la cui vista avrebbe rallegrato la persona più triste. Finalmente eravamo arrivati a destinazione, il tempo era passato velocemente, ma le emozioni, le sensazioni che avevo provato in quel breve viaggio, la mia mente non le avrebbe mai accantonate.

Lucrezia Dispoto 1E

57 voti totali
0 Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Edisud S.p.A., Piazza Moro 37, 70122 Bari, Cap. Soc. € 5.000.000,00 I.V. REA Bari n.192794 Iscr. Trib. Bari Reg. Soc. N. 12372 El. 1/81 P.I.e c.f. 02492480724
or

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

or

Create Account