I guardiani dell’ambiente: l’Ecocentro di Vignacastrisi

La scelta del 22 Aprile per inaugurare l’Ecocentro è stata singolare proprio perché è avvenuta nello stesso giorno dell’Earth da circa quaranta anni, la giornata mondiale della salvaguardia della Terra. Una struttura dove si smaltiranno i rifiuti ingombranti come: elettrodomestici, mobili, macerie di ristrutturazione, pneumatici, plastica… L’ eco-centro è fornito di una bilancia e di grandi contenitori ove saranno inseriti gli oggetti da smaltire. Le comunità di Ortelle e Vignacastrisi da ben cinque anni con le apposite associazioni hanno voluto sensibilizzare la cittadinanza con attività e giornate ecologiche, per ridurre i rifiuti al 65% inizialmente per poi giungere all’obiettivo rifiuti zero. Il sindaco Francesco Massimiliano Rausa ha parlato di abbattimento della tassa sui rifiuti con il sussidio di vari espedienti, innanzitutto l’adozione di due compostaggi: uno domestico e l’altro di comunità. L’assessore Luigi Urso ha puntualizzato soprattutto l’uso del secondo, illustrandolo come se fosse una “casetta” dove ogni cittadino porterà gli scarti domestici. Saranno organizzate campagne di sensibilizzazione sia nelle scuole che per diffondere l’utilità del compostaggio di comunità. Alla cerimonia di inaugurazione erano presenti i parroci di Ortelle e Vignacastrisi, in particolare Don Pino Pedone ha voluto proporre una sua idea quella di costruire un numero con profilo facebook dove segnalare le condizioni difficili dal punto di vista ambientale. Il baby sindaco Stefania Bono ha letto il suo intervento puntando l’attenzione sulla salvaguardia dell’ambiente soprattutto da parte delle nuove generazioni perché come ha proferito poi in merito il sindaco la voce dei nostri figli ci terrà sulla retta via, e alla fine ecco che tale pensiero ci ha contraddistinti come i Guardiani dell’ambiente. Una cosa da dire è che prima, dove oggi è sorto l’ eco-centro, tutto era una discarica a cielo aperto e ora grazie ad una grande opera di bonifica quella zona è stata bonificata. Per citare alcuni slogan creati dagli alunni di seconda media: “Tante Mani”, “Aiuta i tuoi rifiuti a trovare la loro strada” “Un aiuto per nostra madre terra: la raccolta differenziata nel ciclo dei materiali”. Alla fine della cerimonia il Sindaco ha voluto ricordare che nella giornata del 29 Aprile in continuità con un vecchio progetto “La storia di Ortelle” con il patrocinio della Storia di Patria di Lecce Comunità Solidali, sarà pubblicata la storia della nostra comunità fino alla seconda guerra mondiale per non dimenticare le radici, che non devono essere un limite ma un punto di partenza, ovunque si vada il campanile della tua comunità avrà sempre quel suono inconfondibile della tua storia, della tua gente, della tua infanzia e giovinezza e della tua esistenza.
Emanuele Guglielmo Classe I^ Media Ortelle Istituto Comprensivo di Poggiardo

cerimonia dell'innaugurazione

cerimonia dell’innaugurazione

2 voti totali
0 Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Edisud S.p.A., Piazza Moro 37, 70122 Bari, Cap. Soc. € 5.000.000,00 I.V. REA Bari n.192794 Iscr. Trib. Bari Reg. Soc. N. 12372 El. 1/81 P.I.e c.f. 02492480724
or

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

or

Create Account