il treno che mi fa paura

Il 12 luglio 2016 tra la stazione di Andria e la stazione di Corato, è avvenuto un incidente ferroviario gravissimo. Quest’incidente ha causato la morte di 23 persone tra adulti e bambini, e 50 o più persone ferite. Lo scontro è avvenuto alle 11:06 nella campagna di Andria, tra gli uliveti. Entrambi i treni erano composti da quattro carrozze. Uno dei due andava verso sud-est, proveniente da Andria, invece l’altro verso nord-ovest, proveniente da Corato. La velocità era di circa 100-110 km/h, ma in direzioni opposte. La maggior parte delle carrozze dei treni si sono frantumate in mille pezzi, invece le ultime due di un treno e le ultime dell’altro sono rimaste quasi intatte. I soccorsi sono stati complicati a causa della mancanza di una strada diretta di accesso sul luogo dell’incidente ed è stato allestito un ospedale da campo. Eppure lo scenario che tutti i passeggeri stavano ammirando è quello delle campagne pugliesi, degli ulivi, del sole che acceca e del canto dei grilli che ricorda sempre l’estate, quando pensi che sia tutto normale, che forse è una giornata uguale alle altre, quei poveretti hanno trovato la “Moira”. Tutti i feriti sono stati trasportati da un elicottero negli ospedali vicini di Andria e Corato. Per questa emergenza è stato lanciato un appello di richiesta donazioni di sangue, al quale i pugliesi hanno risposto numerosi, tra cui anche il mio papà. So che non dovrei dirlo, ma io credo che questa brutta storia, le immagini trasmesse fino allo sfinimento abbiano instillato in me una grande paura dei treni, temo che non riuscirò più a salirci sopra.

CLAUDIA DELLE FOGLIE 1^E

9 voti totali
0 Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Edisud S.p.A., Piazza Moro 37, 70122 Bari, Cap. Soc. € 5.000.000,00 I.V. REA Bari n.192794 Iscr. Trib. Bari Reg. Soc. N. 12372 El. 1/81 P.I.e c.f. 02492480724
or

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

or

Create Account