RIPARTIAMO DALL’EUROPA, BISOGNA SOLO CREDERCI

L’autonomia delle singole Nazioni riguardo al fenomeno immigrazione ha assunto una dimensione subalterna rispetto all’Europa, un continente in cui manca sinergia tra i Paesi membri. È necessario, per comprendere a fondo le cause dell’immigrazione, trasferirsi nell’ottica degli immigrati stessi: si pensi a come l’Europa e le sue multinazionali, attraverso la colonizzazione, si siano nel tempo appropriate dei beni appartenenti ai Paesi colonizzati. È proprio per questo che, ad oggi, essi sono privi di risorse territoriali ed economiche da offrire ai propri abitanti , e vedono ridotta così, la speranza di prospettiva lavorativa delle popolazioni, costrette a migrare dalla loro terra di origine, poiché offerte di lavoro e possibilità concrete per un futuro migliore sono palesemente inesistenti. Gli immigrati sbarcano sulle coste italiane, perché sperano che le loro vite e quelle delle loro famiglie possano cambiare; ma occorre che questo accada nei loro Paesi, attraverso un investimento economico e con la dovuta determinazione. Per fare ciò  è necessario che la collettività europea si impegni a perseverare in questo obiettivo, senza accettarlo passivamente, per poi valutarlo solo come ideale possibile o probabile, affidandosi alle false doti lungimiranti di Ministri o Governatori. L’immigrazione e gli immigrati sono da anni vittime di frasi di circostanza, in cui vengono accusati di essere motivo della degenerazione dello Stato, considerati il capro espiatorio di ogni colpa, perché facilmente attaccabili o per lo svantaggio di essere protetti o difesi solo da se stessi o dai propri compagni di viaggio. L’immigrazione è diventata un problema per un difetto di politica globale, in cui domina il capitalismo ottuso, la mancanza di solidarietà e di comprensione nei confronti di chi cerca aiuto. È ora di cambiare politica.

ROCCO FURIO

Classe IV D

Liceo Scientifico Statale “Enrico Fermi” (Bari)

18 voti totali
0 Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Edisud S.p.A., Piazza Moro 37, 70122 Bari, Cap. Soc. € 5.000.000,00 I.V. REA Bari n.192794 Iscr. Trib. Bari Reg. Soc. N. 12372 El. 1/81 P.I.e c.f. 02492480724
or

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

or

Create Account