UNA RISORSA OPPURE UN PROBLEMA?

Il fenomeno dell’immigrazione è da sempre esistito. Assistiamo a tutto ciò sin dall’antichità quando le persone si trovavano costrette ad abbandonare il proprio Paese d’origine a causa di guerre, situazioni economiche sfavorevoli e diversi svantaggi sociali che impedivano loro di poter vivere serenamente alla pari degli altri. Al giorno d’oggi questo fenomeno è ancora presente e le cause sono per lo più la mancanza di lavoro provocata dalle crisi che intercorrono nei diversi Paesi e le guerre che continuano a colpire i Paesi Orientali caratterizzate dal fanatismo religioso. L’Italia è ormai diventata una meta d’immigrazione. Sempre più sono gli sbarchi che si verificano senza un limite. Questo fenomeno potrebbe essere visto una risorsa oppure un problema? Se prendiamo l’immigrazione in chiave positiva, possiamo notare come questo fenomeno possa permettere uno scambio di diverse culture e quindi un notevole arricchimento del proprio bagaglio di conoscenze. Una convivenza civile tra i diversi gruppi etnici permetterebbe la formazione di una società multietnica che trasmessa verso il futuro potrebbe portare non solo ad un arricchimento del proprio bagaglio culturale, ma anche ad un arricchimento del Paese ospitante, in questo caso l’Italia. Un altro problema a cui dobbiamo far fronte è però il razzismo. Ci sono persone, se non la maggior parte, che hanno pregiudizi nei confronti di queste persone migrate e sono portate a seguire gli stereotipi dettati dalla società. Ma tutto ciò perché accade? Bene, proprio in questo caso bisogna prendere in considerazione il fenomeno d’immigrazione come un problema. Ad oggi l’immigrazione non è più come prima. I migranti quando arrivano in Italia vengono ospitati in Hotel che forniscono loro vitto e alloggio e ricevono una somma davvero esigua per potersi permettere almeno una ricarica per chiamare a casa, oppure una bottiglietta al bar. Questo non viene per niente approvato dagli italiani, in quanto molti si lamentano di non riuscire ad arrivare a fine mese e di vedere loro serviti in modo gratuito. Il concetto qui purtroppo è un altro: il fenomeno d’immigrazione non viene preso quasi da nessuno in chiave positiva e tutti ritengono sia un problema. La convivenza tra le diverse culture diventa sempre più difficile. La situazione è già complicata a causa dei pregiudizi e si aggrava ulteriormente quando qualche migrante assume atteggiamenti scorretti che portano le persone originarie del Paese ospitante ad assumere un atteggiamento di chiusura nei loro confronti. Walt Whitman afferma : “A te. Straniero, se passando mi incontri e desideri parlarmi, perché non dovresti farlo? E perché non dovrei farlo io?”. Se mettessimo da parte le nostre prese di posizione e cercassimo un confronto , se mettessimo in atto un gesto d’integrazione il fenomeno dell’immigrazione non risulterebbe un problema. Logicamente dobbiamo anche tener conto del comportamento delle persone che stanno dall’altra parte. Se anche loro moderassero i loro atteggiamenti e anziché isolarsi con i loro “simili” mettessero in atto un’integrazione e magari iniziassero a farsi conoscere per ciò che in realtà sono perché l’Italia infondo non è totalmente contro gli immigrati , più che altro diffida dei clandestini. Beh bisogna far fronte a questa differenza, perché molte persone non ne sono a conoscenza. Sono i clandestini coloro che viaggiano in un altro Paese illegalmente, senza averne diritto, con la violazione delle leggi di immigrazione. In questo caso questi ultimi si permettono di soggiornare senza alcun tipo di permesso e di ricevere servizi di cui non devono disporre. Anche questo fenomeno però deve essere analizzato. Sarà chi di dovere a fare i giusti controlli impedendo che accadano questo tipo di “imbrogli”. Tutto ciò non è neanche contro i clandestini, logicamente noi Italiani dobbiamo salvaguardare quella che è la nostra vita e quello che sarà il nostro futuro ma soprattutto quello dei nostri figli e così via. I clandestini scappano perché non ne possono più della loro situazione nel loro Paese d’origine e desiderano più che mai una vita migliore, quindi sono portati, anche se illegalmente, a dover fuggire da queste brutte realtà.

Alla fine dei conti  per far in modo che avvenga un corretta integrazione e che quindi il fenomeno dell’immigrazione smetti di essere un problema, c’è bisogno in primis di un cambiamento di mentalità in modo da dover essere disponibili al confronto e al guardare avanti, senza restare attaccati agli stereotipi e al passato.

1 voti totali
0 Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Edisud S.p.A., Piazza Moro 37, 70122 Bari, Cap. Soc. € 5.000.000,00 I.V. REA Bari n.192794 Iscr. Trib. Bari Reg. Soc. N. 12372 El. 1/81 P.I.e c.f. 02492480724
or

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

or

Create Account