L’incontro con il professor Sabatini

Il 27 aprile 2017 l’Istituto Comprensivo “Giovanni Calò” di Ginosa ha avuto l’onore di ospitare il Prof. Francesco Sabatini, linguista, filologo e lessicografo italiano, Presidente Onorario dell’Accademia della Crusca, massimo centro di studio della nostra lingua madre, di cui è stato Presidente per otto anni, nonché Professore Emerito dell’Università degli Studi Roma Tre. Hanno preso parte all’incontro con il professor Sabatini la dirigente scolastica, prof.ssa Marianna Galli, la scrittrice di poesie, Eufemia Pavone, gli alunni delle classi quinte e prime medie, i docenti e i genitori.

Nel corso dell’evento sono state presentate alcune attività organizzate dalla scuola in merito alla valorizzazione dell’Italiano, lingua di capolavori della letteratura mondiale, e della grammatica, strumento per conoscere l’evoluzione del pensiero e della civiltà nel corso dei secoli.

La maestra Rosa Perrone ha parlato dell’importanza della lingua madre, sostenendo che ogni lingua che muore porta con sé una diversa visione del mondo. Dopo di ciò i bambini della classe 5ªA hanno ballato una pizzica salentina, accompagnata dal suono di tamburi e flauti. Poi, per parlare delle origini della lingua italiana e della nascita del volgare, i bambini hanno simulato un’interrogazione nel corso della quale hanno proiettato alcune slide che avevano preparato. Inoltre i bambini hanno comunicato al professor Sabatini la loro iniziativa intitolata “Parole da Salvare” e hanno messo in evidenza attraverso dei giochi, quali lo scarabeo e il rebus, alcune parole che sono in via di estinzione, quali “sciamannato, copista, smargiasso, dozzinale, aulente”.

All’evento hanno partecipato anche le ragazze dell’ANFAS che, attraverso alcuni cartelloni, hanno regalato a tutti i presenti insegnamenti di vita attraverso le definizioni di alcune parole, quali “ascolto” interpretato come sentire con il cuore; “gentilezza” come cortesia verso l’altro e “amicizia” intesa come l’accettarsi così come si è.

La scrittrice di poesie, Eufemia Pavone, ha recitato una splendida poesia in dialetto ginosino, intitolata “Non scurdamene du dialette”, con la quale ha sottolineato che l’italiano è il cervello e il dialetto è il cuore dell’uomo. Dopo di che i bambini hanno regalato alla dirigente scolastica, al prof. Sabatini, a Lisa D’Amelio in rappresentanza del sindaco, ai direttori dell’“ANFFAS” e a Eufemia Pavone dei taccuini da loro realizzati, nei quali erano elencate le parole da salvare.

Poi è stato il turno dei bambini del plesso “Lombardo Radice” che hanno preparato una riflessione sulla lingua italiana attraverso alcuni cartelloni, su uno dei quali era trascritto un verso di Dante: “Italia…il bel paese ove il dolce si suona…”.

Infine, lo studente Nicola D’Ambrosio della classe 2ªA, che ha vinto il concorso “A cosa serve la grammatica”, ha fatto un discorso su come questa esperienza l’abbia cambiato.

A conclusione dell’evento il professor Francesco Sabatini ha parlato dell’importanza dello studio e ha detto che tutti possono andare avanti e tutti possono capire. Poi ha anche detto che il cuore si può fermare per qualche minuto e si può rimediare col massaggio cardiaco, ma il cervello non si può fermare perché altrimenti non darebbe più impulsi al resto del corpo e si morirebbe. Poi ci ha parlato dell’importanza di usare in modo corretto il telefonino e tutti gli apparecchi tecnologici.

A seguire, la classe 5ªB ha letto la descrizione del professor Sabatini, preparata in classe dagli alunni che lo hanno definito un uomo sempre elegante, geniale e sempre pronto a prestare il suo “Pronto soccorso linguistico” tutte le domeniche mattina su RAI 2 nella trasmissione “Mattina in famiglia”. Il professore ha risposto con entusiasmo e precisione anche alle domande degli alunni delle classi di prima media.

È stata una giornata piena di insegnamenti di vita e di lingua italiana!

 

Deianira Milano 2ªA

Professor Sabatini20170427_114916

5 voti totali
0 Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Edisud S.p.A., Piazza Moro 37, 70122 Bari, Cap. Soc. € 5.000.000,00 I.V. REA Bari n.192794 Iscr. Trib. Bari Reg. Soc. N. 12372 El. 1/81 P.I.e c.f. 02492480724
or

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

or

Create Account