Le Ferrovie Appulo Lucane: la “nostra” ferrovia

Il  1° Gennaio 2001 segna la nascita delle Ferrovie Appulo  Lucane (F.A.L.). Tale società, nata dalla scissione delle  Ferrovie Calabro Lucane (F.C.L.), gestisce sia i servizi ferroviari che numerose autolinee fra la Puglia e la Basilicata.

Le Ferrovie Appulo  Lucane hanno come obiettivo principale la massima soddisfazione del viaggiatore e cercano costantemente di soddisfare al meglio le sue esigenze. Prioritarie, dunque, la sicurezza del viaggio, la puntualità dei mezzi, la pulizia e l’igiene dei vagoni, l’attenzione verso i viaggiatori disabili e in particolare verso l’ambiente. A tal proposito, è bene sottolineare che il trasporto ferroviario delle Ferrovie Appulo  Lucane utilizza energia elettrica che ricorre a fonti rinnovabili. Ricordiamo  che le fonti rinnovabili quali sole, vento, mare e calore della Terra, sono inesauribili, pulite e  sicure.  Alcune fonti rinnovabili sono disponibili in grande quantità come ad esempio l’energia solare: la Terra viene continuamente irraggiata dal flusso di questa energia rinnovabile che l’uomo può utilizzare. Usare il trasporto su rotaie, quindi, tutela l’ambiente e se consideriamo che in Puglia e Basilicata abbiamo scenari naturalistici incantevoli, deve essere nostra cura tutelarli da ogni forma di inquinamento lasciandoli belli il più a lungo possibile.

La rete delle Ferrovie Appulo Lucane interessa tre capoluoghi di provincia: Bari, Potenza e Matera ed è suddivisa in  tre linee:

  1. Bari – Altamura – Matera,
  2. Altamura –Avignano Lucania,
  3. Avignano Città- Potenza.

La linea Bari – Matera, lunga 76 km, funziona dal lontano 9 Agosto 1915.

Le linee Altamura – Avignano  Lucania  ed  Avignano Città – Potenza, invece, sono state attivate  fra il 1930 e il 1934.

La linea delle Ferrovie Appulo  Lucane attraversa un territorio non omogeneo che si  può  suddividere in diverse tratte:

  1. Bari – Modugno: area metropolitana di Bari,
  2. Modugno – Gravina di Puglia: aree con comuni di medie dimensioni di circa 10.000 abitanti,
  3. Gravina – Avignano Lucania: aree montuose con piccoli comuni di 1.000 \ 6.000 abitanti,
  4. Avignano – Avignano Lucania – Potenza: territorio anch’esso montuoso che non dispone di buoni collegamenti stradali con il capoluogo pertanto la rete ferroviaria rappresenta un’ancora di salvezza, soprattutto nei mesi invernali.

In Puglia la linea attraversa un territorio prevalentemente pianeggiante e il  bacino d’utenza servito è di circa 700mila abitanti. In Basilicata, invece, la linea ferrata attraversa un territorio quasi completamente collinare e il bacino d’utenza è di circa 250mila abitanti.

Il traffico è costituito quasi esclusivamente da pendolari. La domanda è concentrata prevalentemente nelle zone suburbane di Bari e Potenza e sui collegamenti di estremità Matera – Bari, Gravina – Bari e Altamura – Bari. La rete automobilistica sviluppa oltre 1.000 km di linea, dei quali circa 250 in Puglia

Le FAL sono la “nostra” ferrovia, per questo ricordiamoci che quando si viaggia in treno non bisogna gettare carte o fazzoletti sporchi per terra, che c’è il divieto assoluto di lanciare  qualsiasi oggetto  fuori dal finestrino e, soprattutto, ricordiamoci di viaggiare con biglietto convalidato. Le FAL si sono impegnate a migliorare il servizio per consentire all’utenza di ottenere il massimo per comodità, pulizia e puntualità.

Se consideriamo che le FAL coprono tutto il territorio di Puglia e Lucania oltre che con il treno anche con i pullman, ci rendiamo conto di come sia importante collaborare per usufruire di un trasporto locale eccellente e funzionale.

ANNALAURA COLAPIETRO IC

141 voti totali
0 Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Edisud S.p.A., Piazza Moro 37, 70122 Bari, Cap. Soc. € 5.000.000,00 I.V. REA Bari n.192794 Iscr. Trib. Bari Reg. Soc. N. 12372 El. 1/81 P.I.e c.f. 02492480724
or

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

or

Create Account