Caro diario,

ti scrivo perché ho appena incominciato a lavorare, sono contento, non dovrò chiedere più niente a nessuno e riuscirò a” mantenermi” da solo, sai, in questo periodo é difficile trovare lavoro.
Ogni volta che entro in quell’ edificio ,però, mi viene sempre un forte senso di  paura, a tal punto che mi verrebbe da scappare.
Ci sono delle pareti con grosse crepe e poi c’è una zona in cui vedo penzolare da molte settimane una grossa staffa di ferro, nessuno dovrebbe avvicinarsi ma i mie colleghi sfidano il pericolo
Oggi mi sono alzato più tardi del solito ed è 11 aprile; io e i mie colleghi stavamo rientrando dal weekend e siamo più stanchi del solito . Siamo andati a lavorare quando, ad un certo punto, si è sentito un forte rumore che proveniva da quelle grandi crepe che ogni giorno fissavo con terrore: tutti si sono girati  ma hanno continuato a lavorare, come se non fosse successo niente
Io sono scappato,a seguire un altro rumore, più forte del primo e dopo circa 10 secondi è crollato il soffitto
Mi trovavo fuori per fumare una sigaretta; avevo visto tutto e il mio viso era coperto di polvere
Tutte quelle persone sono state travolte da una morte senza via di uscita: unica “colpa” è l’essere andati a lavorare
Certo, ora subentra l’INAIL, ma chi colmerà l’enorme vuoto lasciato ai propri cari ?

De Cillis Marco

1^ B Inf.

Ist“E. Fermi”- Lecce

Prof.ssa Bruzzese

1 voti totali
0 Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Edisud S.p.A., Piazza Moro 37, 70122 Bari, Cap. Soc. € 5.000.000,00 I.V. REA Bari n.192794 Iscr. Trib. Bari Reg. Soc. N. 12372 El. 1/81 P.I.e c.f. 02492480724
or

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

or

Create Account