LAVORO: PREVENZIONE e SICUREZZA

Dove c’è lavoro c’è sicurezza o almeno ci dovrebbe essere. Le sue fondamenta si basano su un principio di sicurezza che agevola e rassicura il suo scopo. Siamo in un’ epoca molto avanzata nell’ambito informatico, insomma sono stati applicati dei movimenti di innovazione sul lato virtuale, ma dietro ciò che serve per mandare avanti la vita di una persona, si è rimasti indietro o almeno, non si sono fatti passi avanti. La prevenzione pecca molto in ambiente lavorativo, ma con la collaborazione di tutti, con gente propositiva e progressiva, si potrebbe fare un passo avanti di cui beneficerebbero non solo i lavoratori odierni, ma anche quelli futuri. Si deve iniziare a dire ciò alle generazioni future, iniziando soprattutto dalle scuole, i luoghi in cui cresce ed inizia a capire e vedere il mondo da tante prospettive un ragazzo. Innanzitutto si dovrebbero insegnare delle misure di prevenzione o, in casi peggiori, delle risposte ai pericolo dati alla sicurezza mancata; bisogna rendere ciò che è un bambino, una persona sicura;  oltre alle classiche lezioni in cui si ascolta ciò che si deve  studiare bene per il giorno dopo, si dovrebbero introdurre delle lezioni basate sulla sicurezza, mettere il ragazzo a conoscenza di ciò e non emarginarlo da argomenti di tale importanza. Un altro ramo di questo argomento ancora più grave sono gli infortuni stradali. Quante volte tornati a casa dopo una mattinata faticosa accendiamo la televisione e sentiamo notizie in cui si parla di gente che mentre torna dal lavoro, perde la vita o rischia di perderla per errori di distrazione o di mancata competenza assolutamente evitabili.  Se le persone si responsabilizzassero tutto ciò non succederebbe, prima di inviare il messaggio all’ amica mentre si è alla guida si dovrebbe pensare a quel che potrebbe succedere. Il mondo sarebbe più sicuro solo se la gente fosse più coscienziosa, se tutti non si tirassero indietro ad ogni proposta di innovazione, perché la vita giornaliera che ci mette di fronte pericoli, si può cambiare soltanto con le idee della gente. Una via d’ uscita da questi problemi  è sicuramente l’ INAIL, un Ente pubblico che si occupa di ridurre tutti i fenomeni infortunistici e di assicurare tutti i lavoratori.

Campilongo Christian

1B INF-“IISS E.Fermi”-Prof. Rita Bruzzese

1 voti totali
0 Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Edisud S.p.A., Piazza Moro 37, 70122 Bari, Cap. Soc. € 5.000.000,00 I.V. REA Bari n.192794 Iscr. Trib. Bari Reg. Soc. N. 12372 El. 1/81 P.I.e c.f. 02492480724
or

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

or

Create Account