BANCOMAT: questione di età?

Smartphone, tablet, computer sono quotidianità. Poi c’è il Bancomat! Facile da utilizzare ma come ogni cosa ha anche i suoi lati negativi. Il pagamento con carta è, ormai, un gesto consolidato che però nasconde una trappola: spendere più del necessario. Il Bancomat permette di acquistare senza avere una percezione precisa di quanto si sta spendendo. Il Journal of Consumer Research ha pubblicato una ricerca condotta dall’University of Chicago che mostra come l’utilizzo del Bancomat è più dispendioso rispetto all’uso dei contanti. L’esperimento ha coinvolto acquirenti di supermercati: a un gruppo di persone veniva chiesto quanto avessero nel portafoglio, mentre all’altro gruppo quanto avessero in banca. Alla fine i due gruppi sono stati confrontati: chi aveva pagato con carta, aveva speso di più rispetto a coloro che avevano utilizzato il contante. La causa è dovuta ad una percezione distorta delle risorse disponibili. A questo punto sorge una domanda: “a quale età è preferibile utilizzare il Bancomat?”. Il raggiungimento della maggiore età non è una garanzia. Nelle spese sembra predominare, soprattutto tra i giovani, un uso disinvolto e spesso irresponsabile del denaro. Il contesto economico-culturale attuale non aiuta ad un utilizzo responsabile delle carte di credito e di debito. A soluzione di tutto ciò sono sempre più diffuse carte prepagate per minorenni e studenti universitari, che le usano per gite scolastiche, brevi viaggi all’estero, per piccole spese giornaliere, o su internet. Queste possono essere un valido strumento per insegnare ai giovani un uso adeguato del Bancomat.
Simone Abbrescia 3 E

8 voti totali
0 Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Edisud S.p.A., Piazza Moro 37, 70122 Bari, Cap. Soc. € 5.000.000,00 I.V. REA Bari n.192794 Iscr. Trib. Bari Reg. Soc. N. 12372 El. 1/81 P.I.e c.f. 02492480724
or

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

or

Create Account