Mondo Scout: si impara da piccoli a diventare grandi

Cosa significa essere SCOUT?Molti pensano che essere uno scout significhi indossare un’uniforme e giocare all’aria aperta, ma non è solo questo. È vivere nella natura, stare insieme, essere e sentirsi un’unica famiglia, condividere tutto: le emozioni in cerchio davanti ai fuochi, l’ultimo sorso d’acqua della propria borraccia, le risate mentre si cucina, le riunioni, i giochi…                                                               Essere scout significa vivere l’avventura in reparto e in squadriglia, stare al gioco e divertirsi anche mentre si va a lavare la gavetta. Lo scoutismo insegna ad impegnarsi, ad accettarsi per ciò che si è, superando i propri limiti e trasformando le proprie debolezze in punti di forza; si basa sul lavoro di squadra, incoraggiando la vita attiva all’aria aperta e al  servizio del prossimo. Molto importante è il legame con Dio: la formazione cristiana è una marcia in più per diventare adulti. Lo scoutismo nasce nel 1907 ad opera di un militare e scrittore inglese, Robert-Baden Powell, e ancora oggi questo movimento continua ad espandersi; in Italia gli scout sono circa 220.000 e nel giugno del 2015 si sono riuniti a Roma per l’incontro con il Papa.                                                                                                                               Secondo una ricerca del National Child Development Study le persone che da giovani sono state scout si sono trovate a cinquanta anni con meno probabilità di soffrire di disturbi d’ansia e dell’umore rispetto ad altri. Potremmo affermare che essere scout fa bene alla salute.                                                               Risponde ad alcune domande il capo-gruppo del Rutigliano 1. Egli dice che ha scelto di essere scout 19 anni, perché aveva voglia di fare qualcosa per il bene degli altri; non si accontentava di andare all’università, ma voleva impegnarsi anche per gli altri. Ha conosciuto gli scout grazie a chi già faceva parte di questa famiglia e continua ad appassionarsi. Consiglia a chiunque di entrare a far parte degli scout perché vivere lo scoutismo significa fare esperienze uniche: stare nella natura, vivere nell’essenzialità. Il ruolo da capo-gruppo è un’opportunità di crescere insieme a tutti gli altri componenti del Rutigliano1.

Sara Pia Pirulli, Patrizia Debellis IC linguistico

40 voti totali
Edisud S.p.A., Piazza Moro 37, 70122 Bari, Cap. Soc. € 5.000.000,00 I.V. REA Bari n.192794 Iscr. Trib. Bari Reg. Soc. N. 12372 El. 1/81 P.I.e c.f. 02492480724
or

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

or

Create Account