L’UOMO NASCE LIBERO. LIBERO DI ASSUMERSI LE PROPRIE RESPONSABILTA’

Nel nostro tempo è necessario che la convivenza umana sia regolata da un sistema di leggi ordinato e coerente, in quanto i bisogni emergenti aumentano di giorno in giorno. L’irresponsabilità, e di conseguenza l’illegalità, sono sempre più presenti e nocive per la nostra società, esse si diffondono in quanto il rapporto tra il cittadino e lo Stato ha determinato una dipendenza dal potere.

Roberto Saviano, nel suo celebre libro “Gomorra”, ricorda uno dei tanti orrori che ormai, soprattutto nel Sud Italia sono all’ordine del giorno: Emanuele, un ragazzo di soli quindici anni ha messo piede nel mondo del crimine stroncando una vita. Come è possibile ciò? Può un ragazzo di quell’età prendersi le responsabilità del grave reato che ha compiuto? Certo che sì, anche se esse vanno distribuite. Egli è lo stesso ragazzo che ha avuto abbastanza anni per infrangere la legge, quindi non è un eroe o un innocente; innocente probabilmente era colui che si è ritrovato privo di vita, lasciando un vuoto incolmabile nella propria famiglia, a causa di un gesto estremo e inumano a parere di molti, o meglio da parte di tutti quelli che sono stati educati. L’età di Emanuele è tipica di un ragazzo che coltiva i suoi sogni, che insegue le sue passioni, studiando in previsione di un mondo migliore. Forse però Emanuele non è stato seguito  ed educato e non ha avuto le stesse possibilità di un coetaneo di agiata famiglia con sani valori. Si deduce quindi che “quindici anni in certi meridiani sono solo una somma”. L’illegalità diviene un fatto di costume sociale, diviene l’immagine stessa del nostro Paese ed è perciò necessario, e più che opportuno, che essa diminuisca drasticamente. Chi ci perde e ne risente sono sempre i cittadini, in un modo o nell’altro. Come possiamo avere giustizia? Le leggi, il diritto e le regole possono essere molto diverse e in contraddizione tra loro, a seconda del momento storico e dei paesi in cui vigono. E’ quindi necessario che a capo del nostro Paese ci siano persone competenti, anche perché l’Italia è la culla della giurisprudenza. La nostra Costituzione, se valutata e analizzata correttamente, è brillante, è il risultato di tanti sacrifici e tante battaglie affrontate. A questo punto è il caso di ricordare Aldo Moro, che tra le tante cose, rivalutò l’art. 1 della dichiarazione dei diritti fondamentali dell’uomo: “Ogni essere umano nasce libero”. Moro avrebbe voluto cambiare e scrivere che “ogni persona nasce libera”, ogni persona con dignità umana. Liberi? Liberi di scegliere, liberi di vivere una vita serena e liberi dunque di assumersi le proprie responsabilità e rispettare la legge.

Anna Gallitelli

22 voti totali
0 Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Edisud S.p.A., Piazza Moro 37, 70122 Bari, Cap. Soc. € 5.000.000,00 I.V. REA Bari n.192794 Iscr. Trib. Bari Reg. Soc. N. 12372 El. 1/81 P.I.e c.f. 02492480724
or

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

or

Create Account