LEGALITA’? COSA MAI SARA’?

Legalità: questa parola è spesso sulla bocca di tutti senza che in effetti ci si interroghi abbastanza sul suo significato. Legalità è la base della società e inoltre è comportarsi bene e dignitosamente all’interno di quella società seguendo le regole che essa impone ai cittadini.

I principi occhiodella legalità si apprendono dalla nascita, prima nella famiglia, poi nella scuola e nella società. La legalità è dappertutto dal poliziotto al postino a nostra madre in quanto ogni cosa ha una sua regola.  Fin da quando siamo piccoli gli adulti ci hanno insegnato cosa è giusto e cosa non lo è, motivando le loro parole con ragioni che a noi sembravano sciocche o insensate, talmente eravamo sicuri di essere nel giusto. Eppure, quando non rispettavamo le regole, ci rendevamo conto che i nostri genitori avevano proprio ragione.

Le regole sono dei determinati comportamenti corretti da seguire che se non vengono rispettati si va incontro al concetto di illegalità che incorrerà a sanzioni previste dalla legge.

Un comportamento si definisce illegale quando infrange le norme imposte dalla società in cui si trova la persona che mette in atto questo comportamento. Queste norme possono essere ritenute universali ma spesso non lo sono: esistono comportamenti che in una certa zona del mondo possono portare alla pena di morte e che in altri paesi non verrebbero nemmeno notati, senza contare il fatto che la legge può essere letta e riletta da chi la pratica e la studia.

Purtroppo l’uomo è sempre più portato a scegliere la strada più facile spesso pur sapendo che non è quella corretta. Per questo motivo, per rendere i ragazzi più consapevoli delle loro azioni, è stata istituita la scuola, la quale corregge il comportamento degli studenti preparandoli alla vita e aiutandoli a pensare con la loro testa e non con quella degli altri.

Legalità non è solo la figura della guardia giurata o del poliziotto ma è costituita anche dall’azione più semplice dell’uomo che paga alla cassa acquistando con i suoi soldi quello che gli serve senza ricorrere al furto. Se la legalità non ci fosse, la società vivrebbe allo stato brado, dove chi è più forte comanda e chi è più debole soccombe.

Il primo rispetto che dobbiamo avere nella società, come a casa, è quello verso noi stessi ad esempio per noi studenti appunto lo studio e cose di questo genere.

Fino a quando abbiamo 14 anni, se commettiamo un’inflazione della legge, in caso penale, quelli che risponderanno della nostra azione in tribunale saranno i nostri genitori. Al contrario, in caso civile, anche se si hanno più di 14 anni risponderanno sempre i nostri genitori.

Comportarsi bene e rispettare le regole è un nostro dovere che come cittadini italiani dobbiamo mettere in atto.

L’impressione che ho avuto di questo primo incontro con il giurista la reputerei positiva perché mi ha fatto capire ancora una volta quanto sia importante e sicuro comportarsi bene anche dai più piccoli e semplici gesti in classe, per strada come a casa.

Spero che i giovani di oggi e futuri uomini di domani possano comprendere già da adesso l’importanza di un corretto comportamento verso se stessi e gli altri. Spero che tutti noi ragazzi da grandi potremo diventare l’esempio dei nostri figli di giustizia ed educazione. Ora sono in grado di dedurre e capisco, che se non c’è rispetto nel prossimo ed educazione, la civiltà andrà via via sempre più perdendosi nel vuoto e non è quello che noi cittadini, italiani e non, vogliamo per noi stessi e per gli altri.

Sara Girardi

1 voti totali
0 Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Edisud S.p.A., Piazza Moro 37, 70122 Bari, Cap. Soc. € 5.000.000,00 I.V. REA Bari n.192794 Iscr. Trib. Bari Reg. Soc. N. 12372 El. 1/81 P.I.e c.f. 02492480724
or

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

or

Create Account