Favoleggiando… La festa di San Nicola

C’era una volta una mamma che viveva in una misera casetta con i suoi tre figli, Michele, Antonio e Francesco. Questi erano molto poveri e ogni giorno, i tre fratelli, si dovevano alzare presto ed andare a lavorare per guadagnare un po’ di cibo per vivere. Dicembre era ormai arrivato e il terreno era sempre più arido per il tempo gelido. La mamma, dispiaciuta nel vedere i suoi figli sempre più tristi e stanchi, voleva far loro un regalo in occasione dell’imminente periodo natalizio. Desiderava tanto preparare dei biscotti e della cioccolata calda per loro ma, purtroppo, non aveva abbastanza soldi per comprare l’occorrente. Era ormai arrivato il 5 dicembre e la dispensa era sempre più vuota. I figli uscirono di buon mattino ed andarono a lavorare nei campi, ognuno occupato in una faccenda differente: si sarebbero incontrati solo al ritorno a casa.Mentre lavorava, Michele fu avvicinato da un signore anziano dalla folta barba e gli chiese da bere. Subito il ragazzo si affrettò a dissetare l’uomo con la poca acqua che aveva portato con sé. Il signore per ringraziamento gli regalò una scatola vuota con la raccomandazione di farne buon uso in futuro. Michele non capì ma accettò il regalo. Allo stesso modo, gli altri due fratelli durante la giornata fecero un simile incontro: ad uno fu chiesto qualcosa da mangiare e all’altro di aggiustare un carretto rotto. I fratelli non si fecero pregare e fornirono quanto richiesto. Ogni volta il signore anziano per ringraziamento donò loro qualcosa: ad Antonio diede un coperchio, mentre a Francesco una chiave.Una volta giunti a casa, i fratelli raccontarono cosa era successo e si accorsero con sorpresa che i tre oggetti che avevo ricevuto formavano uno scrigno. Dopo averlo ricomposto usarono la chiave e come per incanto lo scrigno era ricolmo di ogni ben di Dio. Così le lacrime e le opere buone dei fratelli non furono del tutto inutili perché furono ascoltate da San Nicola. Lui aveva riempito la loro dispensa e, il giorno seguente, il 6 dicembre, la mamma preparò tante cose buone ai suoi figli. Oggi ognuno di noi può donare qualcosa, in modo che tutti anche i più poveri possano festeggiare la festa di san Nicola così come vuole la tradizione.

Chiara Romano – 1’A

6 voti totali
0 Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Edisud S.p.A., Piazza Moro 37, 70122 Bari, Cap. Soc. € 5.000.000,00 I.V. REA Bari n.192794 Iscr. Trib. Bari Reg. Soc. N. 12372 El. 1/81 P.I.e c.f. 02492480724 - Privacy Policy
or

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

or

Create Account