Le nuvole

Rivisitazione personale della poesia di Fabrizio De André “ Le nuvole”:

“Le nuvole vanno, vengono e ritornano. Sono nere come la cenere o bianche come la neve. Si trasformano in conigli, papere e altri animali; ma questo lo notano meglio i bambini che sanno immaginare altri mondi.”

Era questo che una nonnina raccontava ai suoi nipotini quando alla sera si sedevano attorno al camino acceso. Un giorno però, la nonna, raccontò una nuova fiaba. C’erano una volta due nuvole sorelle gemelle molto diverse tra loro: una era di colore bianco candido dal carattere felice, spensierato e spericolato; l’altra era di colore nero come un corvo e dal carattere triste, annoiato e prudente. Un giorno ci fu un grosso temporale; quando terminò la pioggia si crearono delle pozzanghere. La nuvola bianca invitò la sorella a divertirsi con lei a saltare da una pozzanghera all’ altra. La nuvola nera le rispose che sarebbe stato troppo pericoloso, perché a momenti avrebbe iniziato a nevicare e avrebbero rischiato di rimanere sotterrate sotto chili di neve. La nuvola bianca non volle ascoltarla e andò a giocare. Venne la neve e lei rimase sotterrata, ma la nuvola nera andò a salvarla. Le due nuvolette dopo un grande spavento si riabbracciarono felici. Da quel giorno la nuvola bianca capì che era sempre bene utilizzare la prudenza e la nuvola nera imparò a divertirsi. I bambini rimasero molto affascinati da quella fiaba e ne chiesero un’altra.

Clementina Maria Anzilotti 1^A

13 voti totali
Edisud S.p.A., Piazza Moro 37, 70122 Bari, Cap. Soc. € 5.000.000,00 I.V. REA Bari n.192794 Iscr. Trib. Bari Reg. Soc. N. 12372 El. 1/81 P.I.e c.f. 02492480724 - Privacy Policy
or

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

or

Create Account