ADDIO ITALIA, BENVENUTA AMERICA

Immigrato: un’amara parola, una nota stonata, un ronzio fastidioso nella vita di tutti i giorni. Benché l’immigrazione abbia da sempre caratterizzato la storia dell’uomo, partendo dagli indoeuropei fino ai giorni nostri, oggi la tolleranza verso il diverso sta venendo sempre meno, così come stanno scomparendo i valori di un tempo in cui le parole immigrato e italiano erano legate strettamente fra loro. Ebbene sì: quell’Italia che per alcuni oggi è una speranza, in passato volgeva lo sguardo verso il Nuovo Mondo. Infatti non si deve pensare al nostro Paese com’è oggi, con una quasi totale alfabetizzazione e con uno stile di vita regolare, ma com’era tra l’Ottocento e il Novecento, quando gli italiani erano pronti a tutto pur di migliorare la propria vita. I poeti italiani chiamarono tale fenomeno spartenza, per indicare un distacco violento e doloroso. Palermo e Messina, oggi protagonisti dell’arrivo dei migranti in Italia, erano punti di imbarco regolari. Le navi erano troppo piccole, le condizioni igieniche pietose e l’acqua non potabile. Ma anche l’arrivo non era dei migliori, tra controlli sanitari, smistamento e l’attesa di essere ammessi nel nuovo Paese. Alcune zone dell’America riordinavano i nomi dei nuovi arrivati in dei registri grazie ai quali, oggi, si può quantificare il fenomeno e risalire alla parentela tra immigrati. Tutto questo avviene nel secolo scorso. Ma nel nuovo secolo? Sembra quasi che l’immigrazione italiana sia finita nel dimenticatoio e che l’unica preoccupazione sia contestare l’arrivo continuo dei barconi nel nostro Paese. Ma non si pensa che un secolo fa gli italiani arrivavano ugualmente su barconi ammassati, morenti, affamati e speranzosi.

Giovanna Cimaglia IV BS

1 voti totali
0 Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Edisud S.p.A., Piazza Moro 37, 70122 Bari, Cap. Soc. € 5.000.000,00 I.V. REA Bari n.192794 Iscr. Trib. Bari Reg. Soc. N. 12372 El. 1/81 P.I.e c.f. 02492480724 - Privacy Policy
or

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

or

Create Account