Cappuccetto Rosso vittima di cyberbullismo

Cappuccetto Rosso entra nel bosco mandata dalla mamma, povera Cappuccetto non ne aveva affatto voglia, faceva freddo.  Lei però era depressa per altri motivi. Ad un certo punto le parve di sentire dietro di lei dei passi che schiacciavano le foglie sul terreno, le sembrava che il vento avesse smesso di soffiare. La mamma aspettò invano il suo ritorno. Il corpo fu ritrovato dilaniato dagli animali del bosco dopo qualche giorno. La polizia   indagava. Si   scoprì   che Cappuccetto Rosso non era stata uccisa per mano di qualcuno, ma per mano sua, si era suicidata perché era stata presa di mira da un cyberbullo. Non aveva più una vita sociale e si sentiva disprezzata e derisa da tutti. Povera Cappuccetto, il lupo cattivo era un ragazzo come lei.

Lisa Boari 1^ B

14 voti totali
0 Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Edisud S.p.A., Piazza Moro 37, 70122 Bari, Cap. Soc. € 5.000.000,00 I.V. REA Bari n.192794 Iscr. Trib. Bari Reg. Soc. N. 12372 El. 1/81 P.I.e c.f. 02492480724 - Privacy Policy
or

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

or

Create Account