Il Giorno della Memoria, riflessioni….

Il 27 gennaio è stato scelto dall’Italia prima e dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite qualche anno dopo come “Il Giorno della Memoria”. Al ritorno da scuola, dopo aver partecipato a incontri e visto film su quanto accaduto in quei tristi anni, seduta alla mia scrivania, pensavo che, mentre nella giornata della Donna, dei Nonni, e in altre “giornate” si festeggia, in altre ancora si raccolgono fondi e si danno messaggi di speranza, il 27 gennaio è qualcosa di diverso: è l’anniversario della liberazione di esseri umani, prigionieri nel campo di concentramento di Auschwitz, dalla cattiveria disumana dei loro simili. Il 27 Gennaio si ricordano lo sterminio del popolo ebraico, tutti i deportati, i prigionieri e coloro che sono stati barbaramente uccisi, ma anche i tanti eroi che hanno rischiato la loro vita per salvare quella degli altri. Pensavo e riflettevo che per noi ragazzi che abbiamo avuto la fortuna di non vivere in quegli anni, il “Giorno della Memoria” rappresenta una data importante perché ci permette di soffermarci sulla gravità di quanto accaduto in quel tragico momento storico, educandoci alla cultura della non violenza e dell’accoglienza del diverso, perché non ci siano più tragedie così grandi.

 

Margherita Iannucci II F

8 voti totali
0 Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Edisud S.p.A., Piazza Moro 37, 70122 Bari, Cap. Soc. € 5.000.000,00 I.V. REA Bari n.192794 Iscr. Trib. Bari Reg. Soc. N. 12372 El. 1/81 P.I.e c.f. 02492480724 - Privacy Policy
or

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

or

Create Account