Io e la mia ombra

Quello dell’anoressia é un disturbo dell’alimentazione che colpisce soprattutto le ragazze in età adolescenziale e come tale non va preso alla leggera. L’anoressia non é un semplice capriccio di una sciocca ragazzina che per voler assomigliare ad una modella, smette di mangiare mettendo a rischio la propria salute, per non dire la propria vita, come spesso ci limitiamo a pensare. E’ invece, qualcosa che va ben oltre, e che nell’ultimo anno ho imparato a conoscere meglio. Da cosa nasce? Tutto inizia con una visione sbagliata visione di sé, a causa di un commento fatto a sproposito da qualcuno “senza peli sulla lingua”, da una battuta, che per un adolescente può pesare più di un macigno. Quando si entra nel “tunnel dell’anoressia”, non se ne é affatto consapevoli, si ritiene che siano gli altri a preoccuparsi troppo perché si é convinti di avere la situazione sotto controllo. Ma non pensiate che sia solo l’aspetto fisico a risentirne. Anche il carattere cambia, ci si chiude in sé stessi, ma non perché l’anoressico sia in sé per sé cattivo, ma solo perché non si accetta per quello che é, parlo per esperienza. Nel titolo dell’articolo definisco l’anoressia la mia ombra, perché prima di iniziare il percorso che mi sta aiutando a trovare l’uscita da quel tunnel, vedevo la malattia come un’ombra, costantemente al mio fianco ma molto più grande di me, contro la quale io non avevo alcun potere. Non riuscivo ad oppormi ad essa ma solo ad eseguire i suoi ordini. Ancora oggi prima di andare a dormire capita che io mi domandi come sia potuto accadere tutto ciò, e solo a pensarci mi sento rodere dentro perché rifletto sul fatto che invece di essere seguita da dei medici, adesso potrei vivere una vita spensierata come quella di tutte le mie coetanee. Guardando le mie foto di qualche mese fa, non riesco a credere ancora a quanto fossi più magra di adesso. In confronto ora sono una nuova ragazza che poco per volta sta tornando ad essere sana. Mi ricordo che prima la gente mi guardava incredula, ricordo i commenti sottovoce e le risatine silenziose. E quante lacrime hanno versato i miei occhi per questi motivi. Come vedete, i libri di medicina raccontano l’anoressia vista solo dall’esterno. Ma nessuno potrà mai capire cosa significa veramente, neanche voi che leggete, perché questa malattia va ben oltre delle parole stampate su un foglio. Solo chi la sta vivendo può capire a cosa mi riferisco, cosa si prova quando non si hanno più le forze per muoversi, cosa si prova quando si entra in un negozio ma non puoi comprare niente perché tutto ti va esageratamente grande, cosa si prova quando guardandosi allo specchio, invece di una ragazza sana, vedi il riflesso di uno “scheletrino”. Ma come quasi tutte le malattie, anche dall’anoressia si può uscire e io ne sono la prova, perché ci sto riuscendo, con tanta fatica, ma ce la sto facendo. Importantissimi in questo percorso sono gli amici, quelli veri, quelli pronti a sostenerti sempre e comunque, ed é proprio in questo periodo che ho imparato a distinguere le vere e le false amicizie.  Con questo articolo voglio lanciare un messaggio rivolto a tutte le ragazze, ricordatevi che siete “limited edition”, con tutti i vostri pregi e i vostri difetti. Non ascoltate i giudizi degli altri, arriverà la persona giusta che vi accetterà per quello che siete. Un’ultima cosa e poi chiudo. Fino all’anno scorso se avessi preso un’insufficienza a scuola, non avrei mai avuto il coraggio di tornare a casa. Adesso, invece, se vedessi un bel 6 stampato in rosso su una mia verifica mi farei una risata e andrei oltre, senza farmi troppi problemi. Sapete perché? Perché ho imparato che nella vita esiste qualcosa di molto più importante, che va al di sopra della scuola: la propria salute.

Francesca Angelini 3^ C

10 voti totali
0 Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Edisud S.p.A., Piazza Moro 37, 70122 Bari, Cap. Soc. € 5.000.000,00 I.V. REA Bari n.192794 Iscr. Trib. Bari Reg. Soc. N. 12372 El. 1/81 P.I.e c.f. 02492480724 - Privacy Policy
or

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

or

Create Account