MEMORIA E CULTURA DEL TERRITORIO

PENSANDO A COME ELABORARE UN TESTO RIGUARDANTE LA MIA CITTA’ NON HO POTUTO  RESISTERE ALL’IDEA DI NARRARE L’AFFASCINANTE  STORIA DELL’IMPERATORE  FEDERICO  II E  DEI MISTERI DI CASTEL DEL MONTE .DIVENUTO IMPERATORE ALL’ETA’ DI SOLI 4 ANNI, INDISCUSSO PROTAGONISTA DELLA NOSTRA TERRA  PER LA SUA FORMIDABILE INTELLIGENZA , APPRESE NUOVE LINGUE SPINTO DALLA SUA CURIODITA’.FEDERICO ERA SEMPRE ATTIVO SI DEDICAVA A CAVALCARE, A TIRARE DI SPADA  ED ERA UN GRANDE AMANTE DELLA CACCIA .A QUEL TEMPO LA PUGLIA ERA UNA TERRA SELVAGGIA, PIENA  DI  FORESTE E ANIMALI FEROCI, L’IMPERATORE, CHE SAPEVA BENE A COSA ANDAVA INCONTRO, AVEVA  L’ABITUDINE DI USCIRE,  BEN ARMATO, PORTANDO CON SE UN FALCO SOLITAMENTE CHIUSO IN UNA GABBIA.DI TANTO IN TANTO LO FACEVA USCIRE PER ADDESTRARLO AD INDIVIDUARE LE BESTIE DA CACCIARE.FEDERICO II AVEVA CONOSCIUTO LA PUGLIA ALL’ETA’ DI 27 ANNI E SI ERA PERDUTAMENTE INNAMORATO DI QUESTA TERRA, NELLA QUALE TORNAVA, SOLITAMENTE IN AUTUNNO,  E DIMORAVA NEL SUO CASTELLO PREFERITO VICINO  ANDRIA :  CASTEL DEL MONTE.QUESTO CASTELLO, CHE LUI AVEVA FATTO COSTRUIRE, HA FORMA OTTAGONALE E ANCORA OGGI FA INTERROGARE  STUDIOSI E STORICI, CHE SI DOMANDANO A COSA SERVISSE LA SUA PARTICOLARE FORMA.ERA FORSE UNA DIMORA DI CACCIA? UNA FORTEZZA DI DIFESA?  UN OSSERVATORIO ASTRONOMICO OPPURE UN LUOGO MAGICO,  NEL QUALE, DURANTE LA NOTTE, SI AGGIRAVANO FANTASMI?LA LEGGENDA NARRA CHE FEDERICO DI NOTTE TENDEVA L’ORECCHIO PER ASCOLATRE COSA GLI DICESSERO I FANTASMI E, IN PARTICOLARE, PARE CHE L’IMPERATORE AVESSE VISTO, AGGIRARSI PER IL CASTELLO UN MONACELLO CON UN CAPPELLO ROSSO, FORSE IL FANTASMA DI SUO PADRE ENRICO, ED  UN ANGELO CHE PIU’ VOLTE ERA INTERVENUTO PER SALVARGLI LA VITA.L’IMPERATORE  FU UN GRANDE VIAGGAITORE, FU SEMPRE CIRCONDATO DA SCENZIATI, LETTERATI, GIURISTI ED ECONOMISTI  E REALIZZO’ GRANDI OPERE DI INTEGRAZIONE TRA CRISTIANI, EBREI E MUSULMANI E LA SCUOLA SICILIANA DI POETI E MUSICISTI.L’ULTIMA PROFEZIA CHE LO RIGUARDA NARRA CHE LA SUA MORTE SAREBBE AVENNUTA IN UN LUOGO DAL NOME DI UN FIORE, INFATTI MORI’ NEL 1250 A CASTEL FIORENTINO.IL MISTERO DI CASTEL DEL MONTE, PERO’, NON LO SVELO’ MAI !FORSE UN GIORNO SCOPRIRANNO PERCHE’ ABBIA VOLUTO DARGLI QUESTA FORMA UNICA AL MONDO .

Gabriele Amendolito 1^E

4
4 voti totali
Edisud S.p.A., Piazza Moro 37, 70122 Bari, Cap. Soc. € 5.000.000,00 I.V. REA Bari n.192794 Iscr. Trib. Bari Reg. Soc. N. 12372 El. 1/81 P.I.e c.f. 02492480724
or

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

or

Create Account