Migrazioni

Le migrazioni sono un fenomeno che da sempre accompagnano l’evolversi della razza umana, caratterizzandone la formazione di popoli, spesso influenzandone la politica sociale ed economica, e consistono nel trasferimento, permanente o temporaneo di individui, in un paese differente da quello di origine. In quest’ultimo periodo la popolazione europea sta assistendo a una intensificazione dei flussi migratori, che riporta al differente grado di benessere tra paesi in via di sviluppo e paesi già migliorati e potenziati. Infatti, negli ultimi decenni, percepiamo l’incremento del fenomeno giustificato dalla presenza in alcune aree della terra di conflitti, persecuzioni e lotte che spingono le persone a fuggire per inseguire una realtà migliore e garanzia dei diritti umani. Ma spesso l’opinione pubblica corre il rischio di avere una visone distorta dell’immigrazione. Si tende a parlare di immigrati solamente ed esclusivamente quando accadono fatti che potrebbero compromettere l’ordine pubblico, associandoli immediatamente alla criminalità organizzata, e di conseguenza la visione degli immigrati non è del tutto favorevole. Gli Stati europei continuano a coltivare la loro idea di chiusura mentale, troncando ogni possibile contatto con il diverso gruppo etnico. Sembra bizzarro che in una società al passo con i tempi e pronta all’immediata globalizzazione, siano ancora presenti fenomeni di discriminazione e giudizio del diverso, solamente perché non rispettano i “canoni della normalità” da noi prefissati. Ma perché continuare a rimanere chiusi nella nostra testa? Proviamo a combattere le nostre barriere mentali e a tentare quello scambio culturale, fonte di arricchimento, che se esercitato nell’ambito di un sistema giuridico democraticamente stabilito non può che migliorare il mondo che verrà. Sono certa che le nostre istituzioni europee, affrontando il tema dell’accoglienza in una visione di apertura anziché di chiusura, collaboreranno concretamente fra loro promuovendo nuove politiche di inclusione con uno sguardo che spazia in lungo e in largo, abbattendo i paletti del pregiudizio e dell’ignoranza.

Marialessia Abbinante 3^ C

16 voti totali
0 Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Edisud S.p.A., Piazza Moro 37, 70122 Bari, Cap. Soc. € 5.000.000,00 I.V. REA Bari n.192794 Iscr. Trib. Bari Reg. Soc. N. 12372 El. 1/81 P.I.e c.f. 02492480724 - Privacy Policy
or

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

or

Create Account