CRESCERE IN MUSICA
OLYMPUS DIGITAL CAMERA

C’è una frase di Gianni Rodari che amiamo ricordare : “ Un uomo senza musica è come un uomo senza gusto o senza udito, ha un senso in meno”.     È triste pensare che ci sia qualcuno che non abbia passione per la musica o che non possieda gli strumenti adeguati per raccontare le proprie emozioni.     Se solo ci concentrassimo ad ascoltare i suoni dentro e intorno a noi ci ricorderemmo del loro valore energetico. Il ritmo del respiro, il battere del cuore, il brontolio del ventre, i primi gorgheggi sono espressioni primarie e fondamentali necessarie per lo sviluppo della nostra musicalità. Non siamo fatti solo di globuli e cellule. Possediamo un animo sensibile e creativo.     La musica è capace di trasportarci in un altro mondo dove ci siamo solo noi e i nostri pensieri, le nostre emozioni, le nostre paure e i nostri ricordi.     Noi ragazzi viviamo perennemente  tuffati  nella musica, vorremmo indossare  l’auricolare prima ancora delle scarpe!  È parte integrante della nostra vita.     Nella nostra classe, da cinque anni stiamo vivendo la bellissima esperienza di  un progetto che si chiama ‘Alfabetizzazione musicale’ curata dal docente di musica e strumento musicale  prof. Michele Aloisio, in servizio nel nostro Istituto Comprensivo. Con grande spirito collaborativo abbiamo imparato ad ascoltare la musica, ad amarla, a rappresentarla con disegni.     Abbiamo ideato coreografie e costruito semplici strumenti con oggetti di recupero.Con curiosità ed interesse ci siamo approcciati agli strumenti presenti nel nostro laboratorio musicale ( chitarre, tastiere, batteria, xilofono, tamburelli ecc…) dapprima improvvisando e in seguito eseguendo semplici partiture.     Con tale Progetto abbiamo maturato le conoscenze di base, indispensabili per noi, futuri cittadini, di una nazione che vanta tesori musicali inestimabili.     È stato molto interessante apprendere una particolare forma di espressione sonora musicale: la body percussion. Così come gli strumenti a percussioni quando sono percossi, sfregati o agitati, anche il corpo umano può essere utilizzato per questo fine. Abbiamo sperimentato direttamente sul nostro corpo gli elementi musicali      come la pulsazione, il ritmo e la metrica delle parole. Abbiamo avuto tante possibilità per creare suoni: battendo le mani, i piedi, schioccando le dita, battendo le mani sulle diverse parti del corpo, fischiando, schioccando la lingua sul palato… E ai gesti percussivi abbiamo associato le parole, giocando sul diverso numero di sillabe, sugli accenti, sulla loro ripetizione.Quanto entusiasmo! Siamo rimasti totalmente catturati dall’ energia e dalla forza del ritmo. Viva la musica! Massima espressione di vitalità.Grazie papà per avermi insegnato ad apprezzare e amare la musica.

 

Gabriele Aloisio,  5B,

Secondo Istituto Comprensivo Statale di Ceglie Messapica (BR)

Scuola Primaria ‘Giovanni XXIII’

196 voti totali
2 Comments
  1. Gaetano Altavilla 8 mesi ago

    Vai Gabriele Continua sempre così

  2. Marta Gasparro 7 mesi ago

    Ciao Gabriele…il tuo articolo è davvero bellissimo!!!
    Un abbraccio

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Edisud S.p.A., Piazza Moro 37, 70122 Bari, Cap. Soc. € 5.000.000,00 I.V. REA Bari n.192794 Iscr. Trib. Bari Reg. Soc. N. 12372 El. 1/81 P.I.e c.f. 02492480724 - Privacy Policy
or

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

or

Create Account