Ragazzi online con smartphone

Ci saremmo potuti essere noi a impazzire dietro uno smartphone che non prende nel borgo salentino che ha fatto da sfondo alle scene di “Non c’è campo”. Un blackout telematico ci farebbe avvertire immediatamente una sensazione di vuoto e isolamento. Da qui la curiosità di indagare nel nostro Istituto, rivolgendo ai circa quattrocento studenti del biennio delle domande sul rapporto con il virtuale. Risultati: siamo iscritti almeno a due social e trascorriamo online da meno di un’ora al giorno (22%) a un’ora (29%), a un periodo tra una e tre ore (31%) fino a più di tre ore (18%); incontriamo gli amici in modalità live, anche per più di tre ore (46%). Usiamo i social soprattutto per tenerci in contatto con gli altri (80%) e raramente per mostrarci in tutta onestà così come siamo (8%). I like sono importanti per una bassa percentuale di studenti (16%), mentre per la maggior parte contano poco (57%) e per alcuni non contano affatto.

Alla domanda “hai mai ricevuto messaggi offensivi o minacciosi?” ha risposto “sì” il 31%. C’è poi chi decide di parlarne con amici, genitori o insegnanti e chi no (la maggior parte). Numerose le vittime di gruppi online creati per offendere (23%) e anche in questo caso quelli che non chiedono aiuto (59%) superano quanti si aprono con gli adulti (41%). Non manca chi è stato vittima della diffusione di notizie false su di sé (31%) e ha scelto per confidarsi soprattutto gli amici (42%), poi genitori o insegnanti (22%), ma spesso si tace (36%). Infine, con l’ultima domanda, si è chiesto se si è mai ricevuto l’invito a partecipare a gruppi creati per prendere di mira altri: della notevole percentuale di “sì” (37%), solo una piccola parte ne ha parlato con adulti (16%), una parte più cospicua con amici (35%), e la maggioranza (49%) ha scelto di non parlarne affatto.

Il mondo virtuale avanza inesorabilmente, entrando sempre più precocemente nelle nostre vite. Indubbi i vantaggi, ma i rischi non mancano e il cyber – bullo è in agguato. Il nostro invito: non alienarsi da sé stessi e non permettere che il virtuale prenda il posto del reale.

1 voti totali
0 Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Edisud S.p.A., Piazza Moro 37, 70122 Bari, Cap. Soc. € 5.000.000,00 I.V. REA Bari n.192794 Iscr. Trib. Bari Reg. Soc. N. 12372 El. 1/81 P.I.e c.f. 02492480724 - Privacy Policy
or

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

or

Create Account