“Xylella fastidiosa” Il killer batterico che semina morte sugli ulivi del Salento

Un agronomo parla del fenomeno

Xylella fastidiosa: gli studenti pensavano che il problema degli ulivi del Salento, non fosse così tanto vicino a loro, però col passare del tempo hanno capito che aveva invaso anche il proprio  territorio. Se ne sono accorti quando son o seccati gli ulivi piantati nelle rotatoria comunali per abbellirle. Così la curiosità è cresciuta. Per meglio comprendere questo drammatico fenomeno, è stato invitato a scuola un esperto, l’agronomo Fabio Lettere, informando gli scolari con rigore tecnico e scientifico sul caso. E’ stato spiegato che la “Xilella”  è un batterio che entra nella pianta ed ostruisce lo xilema, ossia i vasi che servono al trasporto della linfa grezza. Ed è per questo che, progressivamente, le piante di seccano. L’insetto vettore, che diffonde la malattia, è la sputacchina e l’agronomo ha sostenuto che è meglio tagliare l’erba ed arare il terreno che usare i fitofarmaci,  dannosi alla salute degli uomini  e all’ambiente. Purtroppo, non ci sono cure efficaci, ma solo cure  per contenere il fenomeno. Una malattia che provoca un danno al paesaggio, alla sua cultura e storia. Per quanto riguarda le olive, il danno è produttivo e non qualitativo per l’olio salentino. Occorre solo sperare che gli ulivi resistano a lungo nel tempo, respingendo il piccolissimo, ma infido, batterio.

classe V B

1
1 voti totali
0 Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Edisud S.p.A., Piazza Moro 37, 70122 Bari, Cap. Soc. € 5.000.000,00 I.V. REA Bari n.192794 Iscr. Trib. Bari Reg. Soc. N. 12372 El. 1/81 P.I.e c.f. 02492480724
or

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

or

Create Account