“Un luogo meraviglioso pieno di magia e mistero sta scomparendo: “Un luogo meraviglioso pieno di magia e mistero sta scomparendo: “Un luogo meraviglioso pieno di magia e mistero sta scomparendo: “Un luogo meraviglioso pieno di magia e mistero sta scomparendo: “Un luogo meraviglioso pieno di magia e mistero sta scomparendo: “Un luogo meraviglioso pieno di magia e mistero sta scomparendo: “Un luogo meraviglioso pieno di magia e mistero sta scomparendo: “Un luogo meraviglioso pieno di magia e mistero sta scomparendo: “Un luogo meraviglioso pieno di magia e mistero sta scomparendo: L’AMBIENTE MARINO” L’AMBIENTE MARINO” L’AMBIENTE MARINO” L’AMBIENTE MARINO” L’AMBIENTE MARINO”

L’ambiente marino possiamo quasi definirlo “MONDO SOMMERSO”, esso conserva meraviglie mozza fiato, misteri senza fine… eppure sta scomparendo per una semplice causa: la non curanza dell’uomo.
Questo ambiente è come una “MAGIA” con i suoi trucchi riesce a sorprenderti e a lasciarti a bocca aperta. Però l’uomo è curioso e fa di tutto per scoprire i suoi misteri per studiarli e ogni volta classificare le specie più rare. I luoghi più suggestivi sono quelli che riguardano i fondali marini qui possiamo trovare variegate specie animali e vegetali per esempio le alghe che caratterizzano i fondali oppure le rocce che possono essere di vario tipo alcune anche più sensibili al contatto con l’uomo. Infine ci sono le specie animali: granchi marini neri e arancioni, aragoste giganti, dentici… e molti altri. Ma nonostante le sue meraviglie l’ambiente marino è in pericolo.
Un “mondo sommerso” così lo chiamiamo e poi? Sono solo parole, facciamo solo finta di preoccuparci di ciò che sta accadendo a questo luogo, intanto continuiamo a pensare che sia “inutile”. Esso ci fornisce acqua e cibo e noi come lo ringraziamo? Pensiamo ai litri di petrolio che ogni anno vengono gettati in mare per uno sbaglio che può causare molti danni. Per esempio nel Golfo del Messico la petroliera Deepwater Horizon si incendiò proprio mentre stava scavando e tutto il petrolio finì in mare. Un’altra arma contro l’ambiente marino noi la conosciamo molto bene ed è: la plastica. Per esempio i contenitori dei cosmetici contengono delle microplastiche mentre quelli dei dentifrici dei microgranuli (una specie di plastica) e tutto questo molto spesso viene gettato in mare insieme alle famose buste facendo morire migliaia di pesci. Infine c’è la micidiale pesca con il “retaggio” cioè una grossa rete viene gettata in mare e tutti i pesci che ci si imbattono rimangono intrappolati, il problema però è che non solo si prendono troppi pesci, ma c’è la probabilità che si prendano anche quelli più rari. Questi problemi li spiega in modo più leggero il cartone animato “Alla ricerca di Nemo” dove questo piccolo pesciolino, per sbaglio, viene preso da questa reta gigante e deve affrontare mille avventure per ritornare a casa. Una causa evidente dei danni a questo ambiente è il “corallo bianco” che alcuni ricercatori durante un immersione hanno scoperto e capito che quando il corallo diventa bianco non può più tornare al suo colore originale e nel giro di pochi giorni muore. Quindi, davvero, almeno per una volta non comportiamoci da egoisti salvaguardiamo questo ambiente e un giorno ci ringrazierà.
Fabiana Candela 3O

2 voti totali
0 Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Edisud S.p.A., Piazza Moro 37, 70122 Bari, Cap. Soc. € 5.000.000,00 I.V. REA Bari n.192794 Iscr. Trib. Bari Reg. Soc. N. 12372 El. 1/81 P.I.e c.f. 02492480724 - Privacy Policy
or

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

or

Create Account