IL CAPPERO: TENACIA E INDIPENDENZA DI UN BOCCIOLO
dav

Il nostro discorso sulla conservazione sotto sale continua con un frutto spontaneo della nostra terra, molto amato dalla cucina cegliese: i capperi. Conoscete i capperi? Una delle piante più ostinate e tenaci che io abbia mai conosciuto. Nasce e cresce tra le pietre, nei muretti, nei dirupi ; insomma decide lei dove vivere. Molti sono stati i tentativi di ripiantarla ma sono tutti falliti. Una pianta libera e indipendente. Si riproduce tramite  seme che io ho visto trasportare soprattutto da colonie di formiche.  Fa parte della flora mediterranea, molto resistente al caldo e alla siccità, ma molto sensibile all’ umidità e ai ristagni  idrici; per questi motivi viene coltivato soprattutto nelle regioni calde d’Italia. Il cappero fa parte della famiglia delle capparidacee . La parte che più conosciamo per il suo utilizzo è il suo bocciolo da cui poi nasce un fiore bellissimo, ma si può consumare anche il suo frutto. Il frutto, di sapore simile ma più delicato del cappero, è detto cucuncio, cocuncio o capperone e si trova in commercio sotto sale, sott’olio o sotto aceto. Con la mia mamma raccogliamo  i capperi e anche il frutto che usiamo conservare con lo stesso metodo e consumare in insalate e sughi. Nei mesi da maggio a luglio è il momento per raccogliere i capperi; il cappero va visitato più volte per la raccolta perché ogni giorno ci sono nuovi boccioli. Quando fiorisce è uno straordinario momento perché i colori sul viola-rosa del fiore contrastano con il verde scuro delle foglioline.  Il bocciolo si raccoglie ancora chiuso e dopo averlo raccolto si può conservare sotto sale oppure sotto aceto . Per la conservazione bisogna prima lavare i boccioli delicatamente,  farli asciugare per poi metterli in un vasetto con circa il 30% di sale. Per consumarli vanno prima dissalati in abbondante acqua fredda  e nel vasetto si aggiunge un po’ di aceto di vino bianco. Prima di utilizzarlo in cucina, bisogna lavarli bene. Ogni anno ne facciamo delle scorte che consumiamo o regaliamo ad amici e familiari. Ricchissimi di quercetina, un flavonoide preziosissimo presente anche in altre piante amiche (ippocastano, calendula, biancospino, camomilla, iperico e gingko biloba), antiossidante naturale, antinfiammatorio e studiato per le sue proprietà antitumorali, i capperi sembrano anche essere salutari!

Bruni Federica, 1A,

Secondo Istituto Comprensivo Statale di Ceglie Messapica (BR)

Scuola Secondaria di Primo Grado ‘L. Da Vinci’

27 voti totali
Edisud S.p.A., Piazza Moro 37, 70122 Bari, Cap. Soc. € 5.000.000,00 I.V. REA Bari n.192794 Iscr. Trib. Bari Reg. Soc. N. 12372 El. 1/81 P.I.e c.f. 02492480724 - Privacy Policy
or

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

or

Create Account