La musica dice ciò che la parola non può esprimere.

Tutti ascoltano musica, di ogni tipo, ma i giovani sono quelli che di certo la ascoltano maggiormente. I giovani hanno ormai fatto diventare la musica parte della loro vita quotidiana, facendo in modo che essa scandisca momenti importanti, occasioni, celebrazioni, feste, incontri. “La musica è semplicemente lì per parlare di ciò che le parole non dicono”, come afferma Pasquale Quignard. La musica, strumento capace di farti sentire leggero, di emozionarti, di catturarti. E quando la musica ti cattura tu non puoi far altro che seguirla, come ipnotizzato! Per questi motivi, sin dall’alba dei tempi, dalla nascita del cielo, dalla creazione dell’uomo, la musica è stata sempre una necessità. Infatti l’uomo ha tentato di riprodurre i suoni che lo circondavano, riuscendo anche a renderli più piacevoli. Avendo una grande influenza sulle emozioni, i giovani ricorrono alla musica per fuggire dai problemi. Ma la musica si fa anche portavoce del mondo giovanile. Nelle musica ci si può rispecchiare, oltre che rifugiare. “L’esercito del selfie”, “tormentone” dell’estate 2017, ne è un esempio.
NICOLA ARISTOS SOMMA e MINA LOCAPUTO. II F. CARELLI. CONVERSANO.

80 voti totali
0 Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Edisud S.p.A., Piazza Moro 37, 70122 Bari, Cap. Soc. € 5.000.000,00 I.V. REA Bari n.192794 Iscr. Trib. Bari Reg. Soc. N. 12372 El. 1/81 P.I.e c.f. 02492480724 - Privacy Policy
or

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

or

Create Account