LE 7:30

L’adolescenza è uno dei periodi più difficili della vita di una persona. In questa fase della sua crescita il ragazzo affronta molti problemi e sente di avere molte responsabilità su di sé. Se sarà in grado di superare gli ostacoli incontrati in questa età, diventerà una persona adulta.

Questo periodo della vita va dai 12/13 ai 17 anni. Essere un adolescente non significa essere in contrasto solo con se stessi, ma anche con le persone che si trovano intorno a noi.

I principali colpevoli del nostro stress sono i genitori. Perché c’è quasi sempre questo contrasto genitore-figlio?

Principalmente è causato dalla “non comprensione” dell’adulto che poi si trasforma in una lotta contro il figlio. Di solito l’argomento causa dei conflitti è la scuola o il modo di vestire. Per i genitori l’unico voto che i propri figli dovrebbero avere è il massimo, ma l’unica cosa che agli adulti sfugge è che anche gli adolescenti sono persone e non dei cyber programmati per prendere sempre bei voti.

Mentre quando l’argomento è il modo di vestire i genitori sono sempre i primi a criticare o a commentare. Per gli adulti fa sempre freddo e ci costringo a vestirci a cipolla, riempiendoci l’armadio di maglioni e magliette superpesanti. Alla fine noi ragazzi siamo quelli che subiscono.

Ogni mattina noi ragazzi siamo “TORTURATI” da una frase che ci viene ripetuta:”Sono le 7:30!!”

Così i nostri genitori che incitano a prepararci velocemente in quanto siamo in ritardo. Questo accade perché loro sapendo che non abbiamo un orologio aggiungono trenta minuti all’ orario segnato dall’ orologio del salone.

La soluzione sarebbe avere uno di questi strumenti giorno e notte sul nostro polso…invece no.

Tenteranno infatti di ingannarci ugualmente ignorando che anche noi sappiamo che ora è, e noi crederemo loro per non discutere. Potremmo svegliarci a notte fonda e regolare l’orologio, ma servirebbe una scala o una sedia, e per spostarla faremmo rumore svegliando nostro padre o nostra madre dal sonno leggero.

Se ci dovessimo adattare ai loro orari dovremmo fare la doccia e  scegliere cosa indossare il giorno prima, durante il quale, però, siamo occupati nello svolgimento dei compiti o nella partecipazione alle feste.

“Mamma, allora svegliami un’ora prima” è una delle tante frasi che porrebbe soluzione  a molte cose perché avremmo più tempo a disposizione per prepararci, ma a scuola dormiremmo con gli occhi aperti. Chi di voi può suggerire una risposta?

Attolico Michelangelo, De Michele Luigi, Lorusso Giuseppe, Squicciarini Bruno 3^E

21 voti totali
Edisud S.p.A., Piazza Moro 37, 70122 Bari, Cap. Soc. € 5.000.000,00 I.V. REA Bari n.192794 Iscr. Trib. Bari Reg. Soc. N. 12372 El. 1/81 P.I.e c.f. 02492480724 - Privacy Policy
or

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

or

Create Account