Mancato sviluppo nel territorio: Ilva, Xylella e Tap

La vita dell’uomo è da sempre legata agli equilibri ambientali. Affinché l’umanità possa vivere e progredire, la natura dovrà essere umanizzata secondo un progetto che ha come obiettivo la vita, nel rispetto degli equilibri naturali e della dignità dell’uomo, procedendo in uno sviluppo sostenibile. “La più grande sfida che ha davanti l’umanità è il ritorno alla Terra. Occorre creare commistioni tra produttori agricoli e abitanti delle città: occorre cioè trasformare i semplici consumatori in produttori, passando per un lavoro di educazione e informazione”, queste le parole pronunciate da Carlo Petrini alla Fao.

I problemi legati all’ambiente oggi interessano l’intero pianeta, ma anche il Sud Italia e in modo particolare la nostra Regione. L’attenzione è rivolta all’inquinamento prodotto dal siderurgico di Taranto,  dalla centrale Enel di Brindisi, il crescente aumento degli incendi, la TAP (un gasdotto che dall’Albania dovrebbe arrivare sulle coste pugliesi), o ancora il flagello Xylella, batterio killer che, dopo ulivi e viti, sta colpendo anche i mandorli. Eventi questi che hanno messo sotto stress il nostro territorio. L’impegno per il futuro deve essere quello di guardare all’ambiente con rispetto, sfruttando le risorse che ci mette a disposizione in attività produttive, ma non inquinanti, tornando magari a praticare attività e mestieri del passato che non abbiano impatto ambientale

1 voti totali
0 Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Edisud S.p.A., Piazza Moro 37, 70122 Bari, Cap. Soc. € 5.000.000,00 I.V. REA Bari n.192794 Iscr. Trib. Bari Reg. Soc. N. 12372 El. 1/81 P.I.e c.f. 02492480724
or

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

or

Create Account