Bari nel ‘900 Una città viva

Gli anni ’20 sono stati prolifici per l’architettura barese, grazie alla quale sono stati costruiti molti edifici, tra cui anche il Liceo Q. O. Flacco. Nel ventennio successivo, invece, l’attenzione si sposta sul restauro di edifici monumentali quali la Basilica, mentre la città è scossa da un risveglio culturale che spinge alle riprese delle rappresentazioni nei due teatri cittadini e all’apertura di caffè letterari, mentre gli anni ’50 prediligono il cabaret. Se nel decennio successivo la città aveva vissuto un improvviso arresto culturale, negli anni ’70 è animata da un clima di terrore dovuto ai frequenti scontri tra partiti che culminano con l’omicidio di B. Petrone. Negli anni ’80 è protagonista la vita notturna, con l’apertura di discoteche e pub. Nei ’90 la “movida” si sposta nella città vecchia, mentre il secolo termina segnato dal terribile incendio al Teatro Petruzzelli.

Novella Chionna – Sveva Colella – Davide De Benedictis – Martina Ressa

5 voti totali
0 Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Edisud S.p.A., Piazza Moro 37, 70122 Bari, Cap. Soc. € 5.000.000,00 I.V. REA Bari n.192794 Iscr. Trib. Bari Reg. Soc. N. 12372 El. 1/81 P.I.e c.f. 02492480724
or

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

or

Create Account