L’ADOLESCENZA

Arrivata quasi al termine della terza media, io e i miei compagni stiamo incominciando ad affrontare i ai problemi adolescenziali. L’adolescenza è sicuramente un periodo di cambiamenti in cui i ragazzi devono prendersi responsabilità che li porteranno a volte a fare scelte sbagliate, ma le cui conseguenze allo stesso tempo li aiuteranno a maturare. Molte volte, però, non si è in grado di superare tutti gli ostacoli e negli adolescenti si creano forti disagi che in genere essi tendono a nascondere. Spesso, poi, in quei momenti di difficoltà l’adolescente si isola, soprattutto dalla famiglia, che si ritrova così incapace di dargli una mano e, per questo, il giovane va a cercare conforto dagli amici che, la maggior parte delle volte, non riescono a capire il suo stato d’animo. Se i genitori incominciano a pretendere troppo il ragazzo inizialmente soddisfa i genitori, poi incomincia ad escludere sempre più la famiglia. Diventare maturo significa anche saper perdere e spesso gli adolescenti d’oggi non lo sanno fare, perché a loro è sempre stato concesso tutto. L’adolescente, in questo periodo, dà molta importanza all’aspetto esteriore ed anche agli amici. Egli trova amici sempre più simili a lui in modo da non avere contrasti proprio con nessuno. È facile trovare sempre conferme fino a quando non si è costretti a uscire dall’ambito familiare o dal ristretto gruppo. Ci si trova a confidarsi veramente solo con pochissime persone, talvolta soltanto una: il miglior amico o la migliore amica, la persona alla quale si dice quasi tutto di se stessi e di cui ci si fida ciecamente. Generalmente è un ragazzo che si conosce da tempo e che deve saperti ascoltare, ma soprattutto rispettare. Il fatto di avere un solo vero amico dimostra come gli adolescenti temano di esternare ciò che sono veramente, per non di essere giudicati negativamente da coloro da cui vogliono essere stimati e per questo ci si finge ciò che in realtà non si è. Molti sono legati agli amici; a volte si scopre che il più caro degli amici ci ha traditi, andando a raccontare ad altri ciò che gli avevamo confidato. Accade allora che si cada in una depressione, da cui è difficile uscire senza l’aiuto di qualcuno. Nel cambiamento, spesso la nuova persona che si crea non rispecchia ciò che volevamo essere e questo accade più alle ragazze che, per seguire dei modelli, possono avere problemi gravi. Ci sono disagi causati dal fatto che dipendiamo moltissimo dall’opinione altrui. Capita frequentemente di non sentirsi a proprio agio per esempio con un vestito che magari non è alla moda o che la ragazza più carina della scuola non indosserebbe mai. Ci si sente osservati da tutti e ci si crea spesso inutili complessi. Proprio per questo si nasconde il proprio modo di essere e magari anche di pensare per essere uguali agli altri: giorno dopo giorno i problemi aumentano sempre più. Anche la scuola è un problema perché delle volte non si riescono a conciliare lo studio e le uscite e, se non si soddisfano i genitori ci si può sentire una “delusione”. Il consiglio migliore è quello di avere maggior fiducia nelle proprie potenzialità e rendere espliciti quei messaggi per far capire le difficoltà che si stanno affrontando e ricevere aiuto.

ANTONELLA CANOSINO 3E

13
13 voti totali
0 Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Edisud S.p.A., Piazza Moro 37, 70122 Bari, Cap. Soc. € 5.000.000,00 I.V. REA Bari n.192794 Iscr. Trib. Bari Reg. Soc. N. 12372 El. 1/81 P.I.e c.f. 02492480724
or

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

or

Create Account