L’INQUINAMENTO ACUSTICO

Vivere oggi nelle grandi città ci sottopone a diversi tipi di inquinamento che sono, ormai, parte della nostra vita quotidiana.
Si parla sempre più spesso di polveri sottili e qualità dell’aria. Si parla di inquinamento elettromagnetico, infatti abbiamo antenne disseminate ovunque. Difficilmente però si parla dell’inquinamento acustico. Siamo così abituati che non ci rendiamo conto di tutti i rumori che accompagnano la nostra giornata. Eppure gli effetti negativi dell’inquinamento acustico sulla nostra salute e sulla qualità della vita non sono da sottovalutare. Secondo l’OMS (l’Organizzazione Mondiale della Sanità) i frastuoni derivati dal traffico cittadino, non solo automobilistico, rappresentano il più rilevante problema ambientale europeo dopo l’inquinamento atmosferico.
Il traffico stradale è la principale fonte di rumore seguito dal rumore prodotto dai cantieri, dagli aerei, dalle ferrovie, dai condizionatori e frigoriferi, dalle attività musicali (discoteche) e dalle attività industriali ed artigianali.
Molte ricerche hanno dimostrato come i disturbi del sonno, infarti, ictus, ipertensione e malattie cardiovascolari, siano più diffusi tra la popolazione che vive in città particolarmente rumorose, rispetto a quella meno sottoposta ai rumori.
Il rumore agisce sull’orecchio umano causando, secondo l’intensità e la durata, gradi diversi di danno: dalla sordità temporanea a quella permanente.
Il rumore è inoltre un noto fattore di stress e determina, come gli altri fattori di stress, una serie di reazioni di difesa (modificazioni del ritmo del respiro e accelerazione della frequenza cardiaca). Ognuno di noi può contribuire a non peggiorare il fenomeno dell’inquinamento acustico adottando comportamenti corretti: non suonare il clacson dell’auto per un nonnulla o per inveire contro qualcuno, non tenere la musica a tutto volume in appartamento, non utilizzare moto o auto che possono svegliare un intero quartiere di notte… e lasciare, a volte, parlare il silenzio.

Michele Panarelli 2^I

18
18 voti totali
0 Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Edisud S.p.A., Piazza Moro 37, 70122 Bari, Cap. Soc. € 5.000.000,00 I.V. REA Bari n.192794 Iscr. Trib. Bari Reg. Soc. N. 12372 El. 1/81 P.I.e c.f. 02492480724
or

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

or

Create Account