La soluzione:rispetto del codice della strada e guida consapevole

Gli infortuni stradali in Italia sono sempre di meno rispetto al passato, ma la loro probabilità non è stata limitata del tutto. “Sulla buona strada” ci offre informazioni preziose per poter comprendere l’intensità di questo problema, partendo da due nozioni: i morti per incidenti stradali sono la prima causa di decesso nella fascia d’età fino ai quarant’anni e sono dieci volte più numerosi dei morti per infortuni sul lavoro. Due dati che fanno riflettere. Il picco per infortuni stradali si raggiunge nel 1972, quando nell’arco di quest’anno muoiono 11.078 persone. Un numero molto alto, l’equivalente di trenta morti in un giorno. Un prezzo troppo caro, un valore esagerato, che spaventa e che mette in allerta, spingendo ad essere meno negligenti.
Fortunatamente a partire dal 2008 i valori sono scesi in maniera considerevole, grazie alla prevenzione. I fattori di rischio sono molteplici e possono inglobare sia la sfera dei comportamenti a rischio, sia la sfera della sicurezza dei veicoli e delle strade stesse. Alcuni sono la velocità eccessiva, la guida in stato di ebbrezza, o sotto l’effetto di stupefacenti, l’utilizzo di dispositivi mobili, la violazione del codice della strada, il mancato utilizzo della cintura, del casco, o ancora la distrazione, o uno stato di mancato riposo. Prevenire questi comportamenti è una parziale soluzione al grande problema, e la gestione e la manutenzione della rete viaria è un tassello importante che non deve essere trascurato, al pari delle condizioni fisiche del conducente. Informando l’individuo sui doveri che ha quando è sulla strada in quanto responsabile di se’ e degli altri, lo si può sensibilizzare a rispettare prima di tutto il codice stradale, poi a utilizzare i sistemi di sicurezza, quali la cintura e il casco, e infine a guidare in maniera consapevole. Cavaliere Roberta (3Csu -Vittorino da Feltre –Taranto)

7
7 voti totali
0 Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Edisud S.p.A., Piazza Moro 37, 70122 Bari, Cap. Soc. € 5.000.000,00 I.V. REA Bari n.192794 Iscr. Trib. Bari Reg. Soc. N. 12372 El. 1/81 P.I.e c.f. 02492480724
or

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

or

Create Account