IL TRENO VERDE DI LEGAMBIENTE ALLA STAZIONE DI FOGGIA: PRIMA TAPPA DI UNA “RIVOLUZIONE”

 

Il 27 e il 28 febbraio il Treno Verde di Legambiente si è fermato alla stazione di Foggia.

Tutti gli anni parte da Roma e fa tappa nelle stazioni italiane, da sud a nord per sensibilizzare i cittadini e soprattutto i ragazzi ad avere un atteggiamento di responsabilità verso l’ambiente. Nei vagoni ci sono dei percorsi che fanno capire come ridurre l’inquinamento: riciclo della carta, mezzi di trasporto elettrici, uso delle fonti rinnovabili. Da oggi al 2030 il passo è breve e l’Italia e l’Europa hanno, infatti, ancora molta strada da fare senza perdere altro tempo. Anche perché i cambiamenti climatici sono una grande emergenza e producono conseguenze sempre più devastanti in tutto il mondo. Gli attuali impegni di riduzione delle emissioni non bastano mentre il surriscaldamento climatico è destinato a salire pericolosamente.  Non a caso il Treno Verde si è fermato in Puglia: la Puglia si trova ai primi posti per l’uso delle fonti rinnovabili. La provincia di Foggia è al primo posto nella produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili soprattutto l’eolico.

L’obiettivo finale del Treno Verde, che, oltre a Foggia si fermerà in altre città italiane, è per l’Italia quello di fare di più per le fonti rinnovabili, eliminando del tutto l’uso del carbone fossile, cioè attuare la decarbonizzazione. È questa una scelta fondamentale necessaria per arginare gli effetti dei gas serra sul nostro pianeta, e che darà inizio all’era delle fonti rinnovabili e pulite, una vera rivoluzione energetica.    CECILIA CORVINO  I A

Treno-verde-2014-360x240

 

46 voti totali
0 Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Edisud S.p.A., Piazza Moro 37, 70122 Bari, Cap. Soc. € 5.000.000,00 I.V. REA Bari n.192794 Iscr. Trib. Bari Reg. Soc. N. 12372 El. 1/81 P.I.e c.f. 02492480724 - Privacy Policy
or

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

or

Create Account