Una toccante testimonianza sulle leggi razziali. Il 90enne Ugo Foà Incontra i giovani

Un emozionante incontro con Ugo Foà ha coinvolto noi alunni della Primaria e Secondaria di Botrugno e San Cassiano. L’iniziativa, promossa dall’amministrazione comunale di San Cassiano e ben accolta dalla dirigente del nostro Istituto Comprensivo si è svolta presso il centro culturale “Chiara Ruggeri Catamo”. Quest’uomo, ora novantenne, fisicamente piccolo e magro, si è dimostrato forte e coraggioso nel racconto di quanto ha subito a causa delle leggi razziali approvate in Italia nel 1938 durante il regime di Benito Mussolini. Aveva dieci anni e tanta voglia di proseguire gli studi quando i suoi genitori comunicano a lui e ai suoi quattro fratelli di non poter più andare a scuola a causa di una legge anti – ebraica. Comincia così a studiare a casa con un insegnante ebreo, anche lui discriminato. “Nessun banco, nessun compagno, nessuna ricreazione”   ricorda Foà con tanta amarezza, toccando il cuore di tutti noi presenti in sala.

Le umiliazioni continuano quando, recandosi a scuola per sostenere l’esame di quinta elementare, sull’elenco degli alunni, accanto al suo nome, legge la nota “Razza ebraica”. Nella stessa occasione si vede costretto a svolgere il compito in fondo all’aula, lontano da tutti, ma proprio quel giorno ricorda il sostegno ricevuto da una professoressa che gli dice “Coraggio Ugo, tutto questo passerà”. Proprio questo ricordo spinge Foà ad invitare tutti noi ragazzi ad essere solidali ed affettuosi con gli altri, soprattutto se più deboli o “speciali”. Toccante anche la descrizione della città di Napoli, la sua città: bombardamenti, ebrei in cerca di un nascondiglio, famiglie divise, padri famiglia costretti a recarsi alle autorità per dichiarare la propria appartenenza alla razza ebraica.

Foà, con voce tremante, dice di non aver parlato per quarant’anni perché pensava che tutto ciò riguardasse solo chi lo aveva subito fino a quando non ha capito che era importante tramandarne la memoria, perché questa triste pagina di storia non si ripetesse più. “La libertà è il bene più prezioso” Questo il messaggio accolto con entusiasmo da noi piccoli studenti.

VA Primaria San Cassiano

 

1 voti totali
0 Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Edisud S.p.A., Piazza Moro 37, 70122 Bari, Cap. Soc. € 5.000.000,00 I.V. REA Bari n.192794 Iscr. Trib. Bari Reg. Soc. N. 12372 El. 1/81 P.I.e c.f. 02492480724 - Privacy Policy
or

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

or

Create Account