ESSERE “IN GAMBA”, DA UN ALTRO PUNTO DI VISTA

di Uccelli Rita e Alessandra Battistini

La redazione I.C. Viola ha incontrato e intervistato alcuni giocatori e l’allenatore della squadra “BOYS TARANTO”; una squadra davvero speciale perché composta da atleti in carrozzina.Taranto prima di questa squadra ha avuto un’altra squadra con atleti in carrozzina la “Dream Team” che ha conquistato il titolo di Campione d’Italia per la stagione 2007/2008 insieme a molti altri premi. L’ incontro di redazione ci ha fatto riflettere sul fatto che non esiste la bellezza perfetta. Noi ragazzi di solito ci soffermiamo su un brufolo, l’apparecchio o gli occhiali quando dovremmo dare il giusto peso ai problemi. Inoltre,il coraggio degli atleti intervistati ci ha fatto capire un’altra cosa molto importante :che a loro non interessa ciò che dice la gente e che non importa giocare per soldi ma per divertirsi e avere una sfida da vincere. La bellezza del loro esempio ci fa affermare che possiamo considerarli eroi del nostro tempo.
Essi ci hanno spiegato e mostrato che bisogna guardare alla disabilità da un’altra prospettiva: non è detto che un disabile non possa realizzare i propri sogni, che non sia uguale a noi. Con coraggio e umiltà ci hanno parlato della loro vita e dei traguardi che faticosamente hanno raggiunto. È bene ricordare i loro nomi: Domenico Latagliata, Marco D’ Andria, Stefano Todaro e Leonardo Donvito e l’allenatore Vincenzo L’Incesso.
L’ incontro aveva lo scopo di farci capire che non esiste la bellezza perfetta ma che noi tutti siamo belli anche con le nostre imperfezioni e questi atleti ne sono la dimostrazione: hanno avuto il coraggio di credere nei loro sogni e la volontà andare avanti nonostante la loro disabilità.
Questi ragazzi ci hanno spiegato anche, che, esiste un equivalente del CONI e dei giochi olimpici per atleti con disabilità: I Giochi paraolimpici. In Italia sono tuttora chiamati anche Paraolimpiadi. “Norme per la promozione della pratica dello sport da parte delle persone disabili” designa la Federazione Italiana Sport Disabili come Comitato italiano paraolimpico (CIP) e usa termini quali attività paraololimpica e Paraolimpiadi.

 

0 voti totali
0 Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Edisud S.p.A., Piazza Moro 37, 70122 Bari, Cap. Soc. € 5.000.000,00 I.V. REA Bari n.192794 Iscr. Trib. Bari Reg. Soc. N. 12372 El. 1/81 P.I.e c.f. 02492480724 - Privacy Policy
or

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

or

Create Account