Menti curiose “antiuomo”?

La tecnologia sta calamitando sempre di più le abitudini di giovani e bambini assetati di informazioni, di curiosità più grandi della loro maturità, spesso precocemente esposti. Telefoni, computer e tablet affascinano, ammaliano perstupefacenti prestazioni superveloci e superefficaci Dunque, perché riflettere? Perché ricercare sui libri e condividerne l’emozione con un compagno, se un tasto è più veloce? Ritengo che la tecnologia sia un mezzo efficace, se usato con consapevolezza e giudizio ma molto pericolosa per le menti fragili e impreparate di un bambino che non è in grado di selezionare informazioni, i rischi e i pericoli della rete. Una foto personale in rete, diventa pubblica, gestita, inoltre e manipolata da chiunque così come anche commenti, dati “sensibili” eventi familiari ed emozioni personali. Oggi, sempre più spesso si cammina in compagnia ma, ognuno è li con il capo chino sullo schermo del proprio telefono impegnato in una navigazione “ludo-seria”. Asserviamo la tecnologia alla umana curiosità, senza mai svenderci la libertà?

 

5 A

13 voti totali
0 Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Edisud S.p.A., Piazza Moro 37, 70122 Bari, Cap. Soc. € 5.000.000,00 I.V. REA Bari n.192794 Iscr. Trib. Bari Reg. Soc. N. 12372 El. 1/81 P.I.e c.f. 02492480724 - Privacy Policy
or

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

or

Create Account